user
Basilica di San Francesco
Piazza S. Francesco, 1, 52100 Arezzo AR


Commenti
So
Recensione №1

Agosto 2020.Dietro lo splendido crocifisso del XIII secolo appeso sopra l’altare maggiore della Basilica di San Francesco di Arezzo si trova uno maggiori gioielli d’arte: Cappella Bacci, decorata dagli affreschi di Piero della Francesca. In questi dipinti viene illustrata la Leggenda della Vera Croce.La Cappella e la parte inferiore della basilica ospitano un museo, pertanto va acquistato il biglietto e gli ingressi sono contingentatiMerita assolutamente una visita!

Nu
Recensione №2

Visto esterno e sbirciato qualcosa dalla rientranza .. ( pochissimo) non abbiamo prenotato e non c’è stato pericolo trovare un biglietto!.. adesso questo Covid ci toglie tante cose belle ... e grande molto spaziosa anche entrare un po’ di più persone nn è che cambia tanto . Visto che nel bus eravamo 23 su 23 posti tanto distanziamento a me nn sembra che fossi Dispiace di non aver visto affresco Piero della Francesca

Lu
Recensione №3

Bellissima.La cappella Bacci è un capolavoro di Piero della Francesca. Occorre prenotazione. Consigliatissimo

Ch
Recensione №4

Una delle chiese più belle che abbia mai visto.Bellissima soprattutto la cappella con gli affreschi di Piero della Francesca.Il biglietto per visitare la basilica non costa tanto e quindi merita di essere vista almeno una volta nella vita.

Re
Recensione №5

Chiesa francescana che custodisce, tra le altre cose, nella zona absidale uno dei più importanti cicli pittorici del rinascimento ad opera di Piero della Francesca, La storia della Vera Croce. Chiesa che tranne nelle ore delle funzioni della domenica mattina è adibito a museo con relativo biglietto dingresso. Necessaria la prenotazione.

Mi
Recensione №6

La Basilica di San Francesco è nota per lo stile architettonico (originariamente romanico, poi gotico a seguito degli ingrandimenti) e per un miracolo che sarebbe avvenuto nel 1730. All’interno della Basilica si nota un rimando al Duomo, costituito dalle fasce di marmo bianche e verdi.L’evento miracoloso risale al 14 agosto 1730, quando furono rubate 351 ostie consacrate dalla Basilica. Tre giorni dopo il furto, il 17 agosto, furono ritrovate intatte e venne deciso di non consumarle.Da allora le ostie sono conservate all’interno della pisside (il tipico contenitore usato nelle chiese, di solito in oro o ri metalli preziosi) e si sono mantenute intatte a distanza di quasi tre secoli

Ma
Recensione №7

Bella la chiesa ma il ciclo pittorico della Leggenda della Santa Croce capolavoro di Piero della Francesca merita da solo il viaggio. Inoltre tutto il centro storico di Arezzo è molto bello ....

Be
Recensione №8

Stupenda basilica medievale che ospita il ciclo La Leggenda della Vera Croce” di Piero Della Francesca assolutamente da non perdere. Bellissimo anche il Viaggio a Gerusalemme di San Francesco

en
Recensione №9

Cosa dire olyre lo spettaccolo artistico di queata chiesa, devo ricordare che al suo interno c è una delle opere d arte piu importantidel mondo?Sto parlando dell stori della vera croce... Basta queato per visitarla

Pa
Recensione №10

La cappella Bacci, capolavoro di Pietro Della Francesca, assolutamente da non perdere in Arezzo. Ricordarsi di prenotare la visita.

Ma
Recensione №11

Mi è piaciuta moltissimo, ricca di spiritualità e di arte.Gli affreschi di Piero della Francesca sono meravigliosi

Pi
Recensione №12

La basilica di San Francesco è un importante luogo di culto cattolico di Arezzo, famoso soprattutto per le Storie della Vera Croce, un ciclo di affreschi di Piero della Francesca presenti nella cappella. Nel febbraio del 1955 papa Pio XII lha elevata alla dignità di basilica minore.

Fe
Recensione №13

Basilica spoglia allesterno, allinterno custodisce un ciclo pittorico attribuito a Piero della Francesca di rara bellezza. La prenotazione è obbligatoria e la visita del ciclo pittorico dura al massimo 30 minuti per turno, mentre è illimitata la visita alla Basilica. Personale di biglietteria non sempre pronto alle richieste dei visitatori.

Gu
Recensione №14

Chiesa gestita malissimo...! Nonostante gli orari pubblicati non solo in internet ma anche sui cartelli affissi allingresso la chiesa era chiusa nel periodo in cui sarebbe dovuta essere aperta e nessuno risponde al telefono. Credo che lamministrazione comunale dovrebbe riflettere e trovare unalternativa alla gestione attuale, non allaltezza di avere in carico un monumento come questo.

Ru
Recensione №15

Consiglio di prenotare, se possibile, la visita alla Cappella Bacci di prima mattina. Noi abbiamo prenotato la visita alle nove non cera nessuno e abbiamo potuto sostare oltre il tempo stabilito, ascoltare con tranquillità e anche riascoltare le spiegazioni dellaudioguida che viene fornita con due auricolari. Essendo una cappella lo spazio è modesto e la presenza di gruppi con guide private possono disturbare la fruizione di questa splendida opera. Gentilissimo il personale sia allingresso della chiesa che alla bigletteria, disponibile a dare indicazioni di vario genere.

Uf
Recensione №16

Siamo stati fortunati perchè siamo arrivati il giorno della riapertura di tutti i luoghi di cultura ed è stata quindi possibile la visita completa. Necessaria però la prenotazione, altrimenti si fa fatica a trovare posto, perchè si entra non più di 10 persone alla volta. 8 euro il costo del biglietto intero. Lo spettacolo che si può ammirare però è immenso e vale davvero la pena! Gli affreschi nella cappella sono ben conservati, quelli nella basilica ahimè non tutti sono salvi.

An
Recensione №17

Affascinante Basilica gotica con affreschi di Piero della Francesca. Ad agosto non ho fatto code per entrare nonostante vi siano ingressi contingentati. La visita ne vale la pena

st
Recensione №18

Splendida. Allinterno la cappella Bacci affrescata da Piero della Francesca.

Au
Recensione №19

Allesterno ha una facciata incompiuta e disadorna, dentro racchiude il capolavoro di Piero della Francesca, ovvero la leggenda della vera Croce, oltre a una serie di affreschi ed opere darte preziosissime e bellissime. Visita a numero chiuso, in gruppi di 20-25 persone, ogni mezzora

An
Recensione №20

Sublime Piero della Francesca! Da solo merita anche un lungo viaggio. Sarebbe opportuno arricchire il bookshop di pubblicazioni pertinenti.

Al
Recensione №21

La chiesa costruita nel XIII secolo, incompleta nella facciata e interamente spoglia degli arredi, presenta degli affreschi, parzialmente conservati, di Lorentino dAndrea della metà del 1400.Sopra laltare si trova una bellissima croce della scuola del Cimabue.Nel fondo, alle spalle dellaltare, si può ammirare la splendida Cappella Bacci, completamente affrescata da Piero della Francesca nel XV secolo.Per visitare questultima è necessario acquistare il biglietto e prenotare lorario per la visita poiché si entra in piccoli gruppi.

En
Recensione №22

La chiesa di per se non è bellissima ma gli affreschi di Piero della Francesca presenti nella cappella Bacci raffiguranti la Leggenda della Vera Croce, il capolavoro che l’artista eseguì per la chiesa francescana tra il 1452 e il 1466 sono fantastici e valgono il prezzo del biglietto.Intero 8 €, ridotto 4 €.E possibile anche fare un biglietto cumulativo:intero 12,00 € per Basilica di San Francesco e Cappella Bacci, Museo Archeologico Nazionale Gaio Cilnio Mecenate, Museo di Casa Vasari, Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna, con validità 2 giorni;ridotto 7,00 €.Orari di apertura con ora legale: Lunedì/Venerdì: 9:00 – 19:00, ultimo ingresso 18.30; Sabato: 9:00 – 18:00, ultimo ingresso 17.30; Domenica: 13:00 – 18:00, ultimo ingresso 17.30Ora solare: Lunedì/Venerdì: 9:00 – 18:00, ultimo ingresso 17.30; Sabato: 9:00 – 17:30, ultimo ingresso 17.00; Domenica: 13:00 - 17:30, ultimo ingresso 17.00Giorni di chiusura: 25 dicembre, 1 gennaio.Ricordarsi che è richiesto un abbigliamento consono, con le spalle e le gambe coperte fino allaltezza del ginocchio.Nota: consiglio la visita al mattino quando il sole non picchia nella vetrata della cappella creando fastidiosi controluci.

Ga
Recensione №23

Da visitare assolutamente per vedere ed ammirare il ciclo di affreschi di Piero della Francesca intitolato la storia della vera Croce. La visita dura 30 minuti e vale veramente per la bellezza degli affreschi!

fr
Recensione №24

Affreschi superlativi. Da non perdere

Do
Recensione №25

PROFESSORE MARSICOVETERE ︎1944corso Italia, 113 AREZZO apud palazzo Guillichini ️ R.S.A. conte Gaddo della GHERARDESCADalla finestra della stanza 15 nucleo la Torrespunta dal tetto della costruzione •raccordocon la casa di Andrea CESALPINO•la cūspide del campanile della Basilica di san_Francesco d` Assisi O. F. M. Conv.️️️️️️️️️️️️️️

An
Recensione №26

Stupendo per tutti gli affreschi. Meglio una visione prospettica per quelli di Piero della Francesca.

Lu
Recensione №27

Bellissima. Norme anticovid perfettamente rispettate (il che non.è scontato) grazie alla prenotazione obbligatoria. Ottima organizzazione

Ne
Recensione №28

Gli affreschi tolgono il fiato. E l atmosfera così mistica ed antica regalano emozioni.Visita Assolutamente Imperdibile

Gi
Recensione №29

Bella visita. Gli affreschi di Piero della Francesca Storie della Vera Croce. Siccome il bello costa a mantenerlo tale, correttamente si paga un biglietto.

Ol
Recensione №30

Non si può, non visitare questa bellissima e importante basilica del XIV Sec. di stampo Gotico, la quale racchiude i meravigliosi affreschi di Piero Della Francesca, raffigurante la vera storia della croce, in questo luogo di massimo culto per la città di Arezzo.

Al
Recensione №31

La storia della leggenda della vera Croce di Piero della Francesca è sempre meravigliosa da vedere

Se
Recensione №32

Da non perdere. Stupendo luogo ben conservato.

Mi
Recensione №33

€8 biglietto. Troppo caro x visita breve

Ma
Recensione №34

E un luogo dove sei a tu per tu con larte di Piero della Francesca.

do
Recensione №35

Non si poteva entrare se non pagando il biglietto. Poi hanno messo davanti alla facciata una scultura orrenda che la copre tutta. Un vero cazzotto in un occhio.

Pi
Recensione №36

Non sapendo di dover prenotare la visita non ho potuto ammirare gli affreschi di Piero. Pazienza.

Sa
Recensione №37

Al prezzo di 7 € la si può vedere allinterno. É necessario prenotare la visita, della durata di 30 minuti.

Ro
Recensione №38

Più bella dentro che fuori la Basilica di San Francesco risale al 1200, caratterizzata dalla facciata incompiuta, rappresenta al suo interno bellissimi affreschi di Piero della Francesca raffiguranti la storia della vera croce. Vale assolutamente la pena di pagare il biglietto (un po caro) per godere dello spettacolo di queste opere meravigliose al suo interno. È sita in piazza San Francesco nel centro storico di Arezzo

ma
Recensione №39

Storicamente la seconda Basilica di Arezzo, non è molto grande ma all interno raccoglie degli affreschi di Piero della Francesca di rara bellezza. Naturalmente considerazione del coronavirus ingressi scaglionati.

Vi
Recensione №40

Costo d’ingresso notevole ma altrettanto notevole il ciclo di affreschi di Piero della Francesca che, forse è il top che offre la città. Bella anche la parte sotterranea e il fascino che offre l’intera chiesa in stile romanico. Caratteristica anche la piazza su cui si affaccia, già vista ne “la vita è bella“ di Benigni.

Ge
Recensione №41

Basilica francescana del 1200 sita al centro di Arezzo. Conosciuta soprattutto per gli affreschi di Piero della Francesca, che ornano tutta labside e che rappresentano la storia della vera Croce. Assolutamente da non perdere.

Ma
Recensione №42

Stiamo dinanzi ad un capolavoro di Architettura tardo medievale, condita dal genio e dallarte di Piero.

Al
Recensione №43

Con lingresso scagionato anti Covid.Si rimane in pochi ad apprezzare un capolavoro Italiano

gi
Recensione №44

Unica al mondo, grazie Piero della Francesca!

Al
Recensione №45

Ho visitato questa Basilica, senza dubbio molto bella, con un valore storico e artistico per niente valorizzato. Il biglietto (8 euro) è troppo caro; è necessario leggere le descrizioni degli affreschi allentrata della basilica, non hanno una brochure ed eventuali auricolari. Personale poco gentile e disponibile, si limitano giusto allemissione dei biglietti

Lu
Recensione №46

Straordinario poter visitare da vicino i capolavori di Piero Della Francesca, dei maestri e seguaci aretini, numerosi affreschi e frammenti ben conservati e restaurati con coloro vivissimi, e intere porzioni di altari e cappelle trapiantate in questa basilica da diverse provenienze ed epoche, a partire dal 1300 fino al primo novecento. Biglietto un po costoso ma vale davvero la pena. Un allestimento molto ben esposto con il patrocinio del MIBACT Polo Museale della Toscana. Curiosità - Dal 24 marzo al 4 novembre 2018 è possibile visitare anche la mostra MODA E MODI - STILE E COSTUME IN ITALIA 1900-1960 nel sottochiesa.

Se
Recensione №47

Bella chiesa purtroppo quando ci sono arrivato i ticket dingresso erano esauriti

It
Recensione №48

Qui siamo ad Arezzo, nel cuore della città. Questa fa parte della storia dellarte con opere di Piero della Francesca

Ma
Recensione №49

Trovata chiusa al pubblico ma visibile dallingresso e molto bella internamente.

Al
Recensione №50

Bella chiesa con ciclo pittorico di Pier della Francesca

Al
Recensione №51

Da vedere in città. Oltre alla bellezza della struttura, la sera tutta la movida si alimenta lì in piazza San Francesco

Em
Recensione №52

La basilica di San Francesco é una tappa obbligatoria per chi visita il centro di Arezzo. Ricca di opere darte tra le quali spiccano gli affreschi di Piero della Francesca raffiguranti la storia della croce. Si trovano dietro laltare e sono ben conservati. Di grande importanza anche le cappelle che si trovano sul lato sinistro della navata. Una gioiello.

Bi
Recensione №53

Affreschi di Piero della Francesca stupendi!

Ma
Recensione №54

Non ci sono parole per definirla bisogna solo visitarla

Se
Recensione №55

Basilica con affreschi e crocifisso ligneo di Piero della Francesca suggestiva e ricca di arte italiana,frati officianti brevi ma incisivi

Pa
Recensione №56

Ciclo degli affreschi della Croce di Pier della Francesca.....un capolavoro

Gi
Recensione №57

Interno chiesa Cappella Bacci di Piero Della Francesca

Do
Recensione №58

Il mio punteggio scarso è dovuto al fatto che il prezzo di €8 per visitare un luogo di culto, senza guida né auricolari è eccessivo a cui si aggiunge la poca gentilezza degli operatori della reception allentrata in basilica a cui abbiamo chiesto informazioni e ci hanno risposto in modo scortese e arrogante della serie se vi va bene è così!. Da noi si dice SIMPATICO COME LA SABBIA NEL LETTO!

Mi
Recensione №59

La Leggenda della Vera CroceE la leggenda che racconta la storia del legno sul quale venne crocifisso Cristo, spesso tramandata in letteratura e rappresentata in opere darte.La leggenda ha inizio con Adamo che, prossimo a morire, mandò il figlio Set in Paradiso per ottenere lolio della misericordia come viatico di morte serena. LArcangelo Michele, invece, gli diede un ramoscello dellalbero della vita per collocarlo nella bocca di Adamo al momento della sua sepoltura (o tre semi secondo unaltra versione). Il ramo crebbe e lalbero venne ritrovato da re Salomone che, durante la costruzione del Tempio di Gerusalemme, ordinò che lalbero venisse abbattuto ed utilizzato. Gli operai non riuscirono però a trovare una collocazione, perché era sempre o troppo lungo o troppo corto, e quando lo si tagliava a misura giusta in realtà diveniva troppo corto, tanto da non poter essere utilizzato. Gli operai decisero così di gettarlo su un fiume, perché servisse da passerella. La regina di Saba, trovandosi a passare per il ponte, riconobbe il legno e profetizzò il futuro utilizzo della tavola. Salomone, messo al corrente della profezia, decise di farlo sotterrare. Quando Cristo fu condannato, la vecchia trave venne ritrovata dagli israeliti ed utilizzata per la costruzione della Croce. A questo punto la leggenda inizia a confondersi con la storia. Nel 312, la notte prima della battaglia contro Massenzio, limperatore Costantino I ha la mitica visione che porrà fine, anche, alle persecuzioni dei cristiani: una croce luminosa con la scritta In hoc signo vinces. [1] Limperatore decide allora di utilizzare la croce come insegna e il suo esercito vinse la battaglia di Ponte Milvio.Costantino decise così di inviare la madre Elena a Gerusalemme per cercare la Croce della Crocefissione. Elena trovò una persona che conosceva il punto di sepoltura della Vera Croce. Per costringerlo a parlare, lo fece calare in un pozzo, senza pane ed acqua, per sette giorni. Convinse così il reticente a rivelare il luogo della sepoltura. Elena poté, in questo modo, rinvenire le tre diverse croci utilizzate il giorno della morte di Cristo. Per identificare quella sulla quale era morto Gesù, SantElena sfiorò con il legno un defunto e questi resuscitò. SantElena separò la croce in diverse parti di cui la principale venne lasciata a Gerusalemme.Allinizio del VII secolo lImpero bizantino visse una profonda crisi e subì attacchi da diversi fronti, in particolare dallImpero persiano per opera del re Cosroe II. Nel 614 il re Cosroe II, dopo tre settimane di lungo assedio, riuscì ad espugnare Gerusalemme e a trafugare tutti i tesori e le reliquie a Ctesifonte. Limperatore bizantino Eraclio raccolte tutte le forze decise di partire personalmente alla guida del suo esercito per sconfiggere i persiani e recuperare la Vera Croce. La guerra con i persiani durò diversi anni e solo nel 628 Eraclio sconfisse, decapitò Cosroe II ed ottenne la restituzione della Croce che venne riportata dallo stesso Eraclio (scalzo e vestito da pellegrino) a Gerusalemme il 21 marzo 630 tra lesultanza del popolo.Questo fu un tema estremamente caro ai frati francescani che spesso nel basso medioevo fecero affrescare le chiese con episodi della leggenda.

Ve
Recensione №60

La cappella Bacci affrescata da Piero della Francesca al momento è ancora chiusa al pubblico. Un vero peccato!

Do
Recensione №61

Ci siamo stati ad Agosto 2019. Un affascinante esempio di gotico nel quale si trovano tracce di architettura Romana come nell’imponente facciata ad archi. All’interno affreschi e quadri di sicuro interesse.

Ma
Recensione №62

Impossibile accedere senza prenotazione, anche per preghiera

ma
Recensione №63

Gli affreschi di Piero Della Francesca sono molto belli.

ti
Recensione №64

La Basilica di San Francesco si trova in Assisi in provincia di Perugia in Umbria. La Basilica è divisa da una parte superiore che affaccia su un panorama del luogo, quasi un belvedere. In essa vi sono affreschi in tutte le pareti dei cantici e vita del Santo dipinti da Giotto e i suoi allievi. Un museo aperto ai fedeli e no. Statue in legno e altre in oro, o miste una meraviglia di arte e colori in cui si rimane a bocca aperta. Quella sotterranea si trova sotto, qui è sepolto il santo. In quella sotterranea si può accedere in carrozzina x i disabili o per una lunga scalinata. Arte, fede e cultura si fondono in questa città che il turista non si stanca di ammirare.

ma
Recensione №65

Assolutamente da visitare il costo del biglietto vale sicuramente la pena.

sa
Recensione №66

Bella serataChe buona la griciaChe belle canzoni

Em
Recensione №67

Bellissima chiesa situata nel centro storico di Arezzo. La facciata semplice, non finita in mattoni le conferisce un aspetto rustico, direi quasi dimesso. Ma, come spesso accade, lapparenza inganna...All interno, infatti, si cela un tesoro inestimabile: gli affreschi absidali di Piero della Francesca (realizzati fra il 1453 e il 1466), raffiguranti le Storie della Vera Croce, che culminano con il suo ritrovamento da parte di SantElena, madre dellimperatore Costantino. Per visitare la chiesa è necessario pagare un biglietto ed è giusto che sia così. Il patrimonio artistico immenso di cui litalia dispone, infatti, da un lato richiede manutenzione continua, dallaltro deve produrre ricchezza (da impiegare nella conservazione stessa e nella retribuzione del personale addetto) . Non dimentichiamo che allestero si paga per visitare luoghi molto meno pregevoli.

Gi
Recensione №68

Non ci entravo da molto ed il fatto che ad un certo punto fossi praticamente sola in questa Basilica fra i capolavori di Piero della Francesca mi ha dato un senso di pace e mi ha suscitato meraviglia di fronte a tanta bellezza che ha superato pressochéindenne la Storia...

Ch
Recensione №69

Immancabile visita alla Chiesa e alla Torre di fronte alla scalinata, bel parco adiacente e splendida salita nel pittoresco centro di Arezzo per raggiungerla!

Gi
Recensione №70

Molto carina e ben conservati alcuni affreschi di Piero della Francesca

Fr
Recensione №71

Basilica tardoromanica, fine XIII / XIV secolo ad una navata, le volte dell’abside a sesto acuto già risentono del nuovo stile gotico pur senza sciupare l’armonia generale, al cui interno si conserva il grande affresco quattrocentesco delle Storie della Vera Croce di Piero della Francesca tra il 1453 ed il 1464, una delle opere fondamentali del rinascimento italiano! Sopra l’altare troneggia uno splendido Crocefisso opera di un contemporaneo di Cimabue! Molto belli i dipinti di Spinello Aretino presenti in una delle absidi laterali. Emozionante la facciata non terminata. Sotto la cattedrale è possibile visitare i resti della città in epoca etrusca, romana e medievale.Il complesso archeologico/ architettonico merita sicuramente una visita e il prezzo del biglietto!

Ni
Recensione №72

Bella Arezzo. Dovremmo pubblicizzarla di più.

An
Recensione №73

Uno dei luoghi chiave del Rinascimento

Mi
Recensione №74

Uno dei posti più belli al mondo, gli affreschi di Piero della Francesca sono un’emozione indescrivibile

ma
Recensione №75

Da non perdere. Un capolavoro.

Pa
Recensione №76

Quando avete un po di tempo fatevi una passeggiata nel centro di Arezzo godetevi il corso e i suoi palazzi.Visitate la Basilica ed il Duomo.Quando verrete via vi rimarrà in mente questo posto la dua semplicità e vi lascerà dentro un senso di serenità e tranquillità.

Mo
Recensione №77

Poter visitare da vicino Piero della Francesca non ha prezzo!! Una vera emozione. La basilica é poi bellissima. Noi abbiam prenotato la visita sul sito, ma all arrivo abbiam potuto anticipare l entrata.

Fa
Recensione №78

Imperdibile il ciclo di affreschi La Leggenda della Vera Croce di Piero della Francesca

An
Recensione №79

Bellissima chiesa

Gi
Recensione №80

Semplice come San Francesco e di interesse storico.

ma
Recensione №81

Magnifica esperienza

Ma
Recensione №82

Uno dei tanti luoghi magici e incantevoli di Arezzo

Ma
Recensione №83

Per gli affreschi di Piero della Francesca

si
Recensione №84

Peccato non poter entrare... Posti finiti sold out

Ma
Recensione №85

Per vedere il ciclo degli affreschi di Piero della Francesca il costo di 8 euro vale la pena. Splendide le storie della Vera Croce!

Da
Recensione №86

Non sono mai riuscito ad entrare per visitarla enternamente, perché ci sono sempre passato di sfuggita. Dalle ventrate esterne, però, mi sembra spettacolare al proprio interno.

Lu
Recensione №87

Fantastica, gli affreschi di Piero della Francesca magnifici

La
Recensione №88

Basilica del XIII sec con facciata incompleta. Interno a unica navata.Sopra laltare è sospeso un enorme crocifisso su tavola del Maestro di San Francesco, pittore del periodo di Cimabue. Universalmente nota per accogliere nel catino absidale gli affreschi rinascimentali di Piero della Francesca del cd ciclo della Storia della vera Croce. In tre fasce pittoriche sovrapposte si svolge narrativamente e visivamente la pia leggenda che vuole la Croce di Cristo ricavata dellalbero della conoscenza dellEden di Adamo ed Eva, e pertanto dai Progenitori fino alla battaglia di Ponte Milvio che vide Costantino vincere contro Massenzio assistito dal celebre In hoc signo vinces. Sulla navata laterale destra vicino allaltare si nota una bella Annunciazione di Spinello dArezzo.

Ma
Recensione №89

Indubbiamente bellissima. Do 2 stelle perché nn si può far pagare un ticket per visitare un luogo di culto. Sono comunque riuscito a visitarla durante una celebrazione eucaristica...in quel momento la biglietteria è chiusa...

P
Recensione №90

Luogo di pace e di preghiera curato in modo incredibile praticamente un pezzo di Paradiso in terra

Al
Recensione №91

Biglietto caro per entrare in una chiesa allestita male, alto valore storico e artistico per nulla valorizzato. In alternativa potete guardare dentro dal portone principale attraverso un plexiglass sporco e riflettente. Il merito va a chi la ha realizzata nei secoli e certamente non a chi la gestisce ora.

Vi
Recensione №92

Da visitare la cappella con gli affreschi di Piero della Francesca realizzati alla metà del 1400 .Unopera di una bellezza atraordinaria

Pi
Recensione №93

Bellissima basilica. Valida attrazione turistica

Va
Recensione №94

Luogo fantastico, con il ciclo di affreschi della vera croce che sono solo il fiore allocchiello di una delle tante meraviglie che Arezzo e lItalia sanno offrire. In questa chiesa si respira davvero ancora aria di medioevo.

do
Recensione №95

Basilica con affreschi di Piero della Francesca..non ben illuminata

mi
Recensione №96

Luogo incantevole

fr
Recensione №97

Merita almeno una visita. Per la sua storia, per il posto in cui si trova e non ultimo per ammirare alcuni affreschi di un genio che risponde al nome di PIER della FRANCESCA.

Re
Recensione №98

Per poterla capire deve essere brava la guida a spiegarla, altrimenti e complicata da vedere,

Fa
Recensione №99

Essenziale negli interni ma comunque ricca/densa di affreschi di alto valore artistico nella parte finale

Pa
Recensione №100

Una basilica da non perdere.

Informazione
100 Fotografie
100 Commenti
4.6 Valutazione
  • Indirizzo:Piazza S. Francesco, 1, 52100 Arezzo AR
  • Posto:http://www.polomusealetoscana.beniculturali.it/index.php?it/176/arezzo-basilica-di-san-francesco
  • Telefono:0575 20059
Categorie
  • Attrazione turistica
  • Chiesa cattolica
Accessibilità
  • Ingresso accessibile in sedia a rotelle:
Organizzazioni simili