user
Monumento alla Vittoria
Piazza della Vittoria, 2012, 39100 Bolzano BZ


Commenti
Lu
Recensione №1

Si tratta diun monumentale complesso marmoreo celebrativo della vittoria italiana nella prima guerra mondiale sullAustria-Ungheria, progettato dallarchitetto Marcello Piacentini e costruito tra il 1926 ed il 1928.Si trova in piazza della Vittoria (Siegesplatz), a pochi passi dal ponte sul torrente Talvera, nel punto di convergenza delle valli che sfociano nella conca di Bolzano, sul luogo ove in epoca austro-ungarica sorgeva il Talferpark (parco del Talvera). Il regime fascista lo creò a proprio simbolo, accesso alla Bolzano italiana e razionalista che si andava erigendo a ovest del torrente. Fu costruito demolendo quanto era stato fino ad allora edificato del Monumento ai Kaiserjäger caduti in guerra (Kaiserjägerdenkmal) ideato e iniziato ad erigere dopo la battaglia di Caporetto che era rimasto incompiuto dopo la fine del primo conflitto mondiale e si trovava in posizione antistante lattuale monumento.Secondo lo storico inglese John Foot il monumento rappresenta bene la visione nazionalista e fascista della guerra e del passato, basata sulleroismo, sul sacrificio, sulla bella morte e sui caduti per la patria, in profonda contrapposizione con gli ideali del pacifismo e del socialismo.Nel 2014 è stato istituito presso il Monumento un percorso espositivo permanente, dal titolo BZ 18–45: un monumento, una città, due dittature

ce
Recensione №2

Testimone di un momento della nostra storia. Come tale ha un impatto pedagogico e deve essere conservato per le prossime generazioni. Mi chiedo perche il mini restauro in corso sia interrotto da oltre un anno.

Ar
Recensione №3

Posizionato al termine del ponte Talvera, dedicato alla vittoria sullAustria-Ungheria nel primo conflitto mondiale, è stato eretto nel Ventennio in stile razionalista con evidenti richiami ai simboli dellepoca. Si caratterizza per medaglioni, fregi, iscrizioni latine, altorilievi e due pregevoli busti di Wildt. È da sempre un monumento di difficile storicizzazione per le mai sopite conflittualità storiche e politiche che suscita, specie in questa delicata area geografica.

Lu
Recensione №4

Sotto il monumento è visitabile un museo molto interessante sul periodo fascista a Bolzano e non solo.

Wa
Recensione №5

Monumento fascista spesso oggetto di diatribe tra i due gruppi etnici anche in tempi recenti, oggi ospita nei sotterranei unesposizione molto interessante sulla sua storia. Ricco di materiale informativo, suggerisco di visitarlo

Se
Recensione №6

Monumento eretto nel periodo fascista. Un peccato non averlo potuto visitare, perché chiuso.

Ma
Recensione №7

Un luogo di grande sacralità , da visitare assolutamente , consiglio la visita al museo sottostante che è gratuito

Lo
Recensione №8

Simbolo della vittoria della guerra e di impronta prettamente fascista, è stato per anni oggetto di accese discussioni e manifestazioni tra i due gruppi etnici che convivono a Bolzano. In parte spogliato degli orpelli inneggianti la vittoria dellItalia, per il quieto vivere si presenta esternamente scialbo. Più ricco di contenuti storici è il museo sottostante che suggerisco di visitare

Ma
Recensione №9

Un simbolo storico di questa città

fa
Recensione №10

Finalmente visitabile e depotenziato per la pace dei popoli a monito di quello che può accadere. Fu costruito tra il 1926 e 1928 a celebrare la vittoria italiana su Austria Ungheria. Architetto artefice del progetto il razionalista Marcello Piacentini, progettista di moltissime opere di quegli anni. La scultura sul timpano rappresenta la Vittoria sagittaria. La scritta in latino sulla facciata è una dialogo immaginario tra un legionario romano ed un fante della prima guerra mondiale.

Em
Recensione №11

Non si può non notarlo! È una splendida testimonianza storica. Si erge imponente e maestoso, simbolo di un periodo di storia italiana! È in marmo bianco, fu costruito nel 1926/28 dal governo fascista su disegno di M.Piacentini. La forma del monumento, abbozzata personalmente da Mussolini, si ispira agli archi romani di trionfo. Un massiccio fastigio poggia su 14 enormi colonne a forma di fasci littori, che ricordando il Fascismo, accrescono lavversione dei Sudtirolesi - condivisa anche da molti cittadini italiani - e suscitano stupore nei turisti stranieri. Esprime volutamente un innegabile spirito di esaltazione nazionalistica, fu oggetto di un attentato dinamitardo nellestate del 1978, che ne danneggiò i rivestimenti marmorei interni e le statue; un altro attentato venne sventato giusto in tempo nellaprile 1979.

Bi
Recensione №12

Il 12 luglio 1928, dopo due anni esatti dalla posa della prima pietra – avvenuta in presenza del re Vittorio Emanuele III, dei marescialli d’Italia Cadorna e Badoglio e di alcuni ministri -, il Monumento alla Vittoria fu ufficialmente inaugurato.Il Monumento della Vittoria, un incrocio tra un tempio ed un arco di trionfo, è sorretto da alte colonne portanti decorate con fasci littori voluti da Mussolini.Sul lato est dell’arco si legge l’iscrizione latina “HIC PATRIAE FINES SISTE SIGNA/HINC CETEROS EXCOLVIMVS LINGVA LEGIBVS ARTIBVS” che sta a significare “Qui sono i confini della Patria. Pianta le insegne/Da qui educammo glia altri alla lingua, al diritto, alle arti” ed è spesso stata letta come simbolo di presuntuosa missione civilizzatrice dell’Italia verso “gli altri” (altoatesini in primis), mentre sul retro si trovano i tre medaglioni raffiguranti la Nuova Italia, l’Aria e il Fuoco; sul lato sud del monumento marmoreo si trovava invece l’iscrizione con il nome di Benito Mussolini, richiamo all’era fascista tolto dopo la liberazione del ’45.

Ga
Recensione №13

L’originario valore ideologico del monumento si può senz’altro discutere. I valori estetici del monumento sono evidenti, soprattutto nelle pregevoli erme di Adolfo Wildt. L’operazione di storicizzazione e depotenziamento di questi e altri monumenti bolzanini di epoca fascista è un’operazione culturale che merita vivo plauso.

Lu
Recensione №14

Un monumento che raccoglie molta storia e malumori. Importante in quanto spiega, tramite il suo museo, gli errori del passato. Ricordare il passato per non ripetere gli stessi errori è ciò che si è preposto il museo che si trova sotto al monumento. La versione attuale è stata depotenziata da quasi tutti i simboli fascisti.

Ac
Recensione №15

Lo ho visitato 3 volte ma nn ha niente di speciale anche Hitler lha visitato in passato

Ma
Recensione №16

Monumento e piazza con importanti architetture del Ventennio. Un memento a quanto la Storia fa e uno spazio di riflessione su come sono trascorsi questi 100 anni. Park a pagamento e povertà nelle aree adiacenti. E anche, tanti locali per aperitivi e spuntini. Ad un passo dai prati del Talvera. ...E dalla vecchia Bolzano...

En
Recensione №17

Un monumento che vedo molto spesso perché ci passo davanti per andare a scuola. Ogni volta che passo lì lo ammiro sempre. Luogo che si può visitare da molto vicino, solo che non si può andare sotto ad esso.

La
Recensione №18

Molto interessante la mostra BZ 18-45 a ingresso gratuito. In questo periodo il monumento è in parziale ristrutturazione allesterno, ma linterno è visitabile.

ni
Recensione №19

Monumento costruito durante il fascismo per celebrare la vittoria della 1 Guerra Mondiale

Lu
Recensione №20

Bellissimo peccato che la cripta zona importantissima la tengano al buio e ti raccontano anche pezzi di storia inventati a modo.loro. Ma vale la pena andarci.

fr
Recensione №21

Una vittoria di cui gli italuani. ..quasi si vergognano! !!

Eu
Recensione №22

Bellissimo monumento che celebra la vittoria italiana nella prima guerra mondiale.

Pa
Recensione №23

Monumento Bolzanino eretto dal 1926 al 1928 in pieno ventennio fascista celebrativo della vittoria dellItalia durante la grande guerra. Il monumento ha rappresentato per decenni un elemento di contrapposizione tra la componente de lingua tedesca e quella di lingua italiana della città. Ancora alla fine degli anni 80 era vigilato 24 ore su 24 ! ! Negli ultimi anni fortunatamente è stato depotenziato anche attraverso lapposizione di targhe esplicative e lapertura di un percorso museale sotto lo stesso monumento. Ritengo che tale percorso museale dovrebbe avere orari di apertura più ampi.

Cr
Recensione №24

A pochi passi dal ponte talvera monumento marmoreo risalente al primo novecento progettato dallarchitetto Marcello Piacentini e costruito da Benito Mussolini. Monumento discusso ora solo monumento storico. Presente museo a documentare la storia e le vicende cittadine dalla I alla II guerra mondiale

An
Recensione №25

Un bellissimo monumento sopratutto con delle opere d arte molto affascinanti

fr
Recensione №26

Bellissimo, peccato sia capitato proprio quando lo ristrutturavano!

Da
Recensione №27

Chiuso

Zi
Recensione №28

Togliessero quella sottospecie di cavigliera sulla colonna...

Eu
Recensione №29

Libero da automobili e percorso DAL fiume permette a mamme e bambini la libertá che altrimenti non avrebbero. Tutto un verde di erba (curata) e alberi e i prati variopinti dai colori dei ragazzi che li occupano.

Ra
Recensione №30

Definirlo un monumento storico è dura, diversi alberi ed edifici della città sono più antichi ma non sono così catalogati. Definirlo un monumento è opportuno, sebbene il valore artistico non superi la propaganda, come per opere contemporanee in Russia o Germania. Di certo le testimonianze fasciste non mancano a Bolzano, interi quartieri lo sono, e certo non è la presenza di questo monumento, inutile e fuorviante, ad ovviare alla carenza di testimonianze dellepoca, che verrebbe interpretata come negazionismo storico.Ma, poiché fortunatamente nessuna città tedesca mi ha mai accolto con unenorme svastica in una delle piazze principali, non posso che giudicare di pessimo gusto per le vittime del - anzi, dei - fascismi un tale monumento al vuoto mentale in una delle piazze più trafficate del capoluogo.

Mi
Recensione №31

Monumento storico di Bolzano molto bello e ben tenuto. Dallultimo restauro, avvenuto di recente, guadagna un museo sottostante e una nuova illuminazione che nelle ore di buio lo valorizzano ulteriormente. Consigliata la visione.

Br
Recensione №32

Non si capisce perché i marmi di questo simbolo della vIttoria di Pirro (...o era Pirla?!) non siano stati già smontati e riutilizzati dai bolzanini per edificare pubblici vespasiani e bagni turchi.Il museo sottostante è perennemente chiuso.

Ni
Recensione №33

È un monumento fascista bello da vedere peccato che ogni tanto cade un pezzo. Bello il museo sotto di esso

Ma
Recensione №34

Molto suggestivo e di impattto

he
Recensione №35

Bellissimo monumento con una grande storia alle spalle

Ma
Recensione №36

Monumento per celebrare la vittoria della prima guerra mondiale, allinterno ospita la mostra gratuita BZ 18-45 che ripercorre le vicissitudini di Bolzano durante le 2 guerre mondiali e la storia del monumento.

Mi
Recensione №37

Esempio di arte razionalista con sculture di Wildt. Bel museo nei sotterranei

Lu
Recensione №38

Se vi affascina la storia dell’Alto Adige non dovete assolutamente perdervi la visita del museo direttamente sotto il monumento. Entrata gratuita. Ben fatto. Illustra passo passo la storia “italiana” della provincia. Molte chicche e foto storiche. Dal monumento inoltre si ha una vista spettacolare verso il Catinaccio. Posti auto a pagamento infinito direttamente dietro il monumento.

Sa
Recensione №39

Che SCHIFO... un monumento alla vittoria pieno di gentaglia che vive perennemente sotto... dorme sulle panchine ... fa i bisogni proprio sotto il monumento... ho visto io stesso uno che cacava proprio li sotto... che schifooo.. forza bolzano ormai fa tutto schifo

Mr
Recensione №40

Bello, peccato che una parte era coperta da teli x lavori.

Gi
Recensione №41

In memoria dei nostri eroi della guerra 15/18.....e di mio nonno.

Ma
Recensione №42

Museo con storia

Lu
Recensione №43

Monumento storico che merita di essere visitato almeno una volta.Io lho visitato durante levento della Notte dei musei. Grazie a questo evento ho avuto la possibilità di visitarlo con il supporto di una guida e ho potuto andare nei sotterranei del monumento dove vi è la mostra fotografica con descrizione degli eventi storici.Un pezzo importante di storia della Seconda Guerra Mondiale.

Ma
Recensione №44

L unica cosa seria rimasta in quel di Bolzano Bozen, e in ladino non lo so scrivere, a che se mi sembra Bolzano.

Gi
Recensione №45

Maestoso. Non ci sono altre parole per descriverlo.

St
Recensione №46

Maestoso simbolo di anni oscuri

EN
Recensione №47

Così depotenziato potrà sopravvivere a sé stesso.Purtroppo la Storia è una maestra senza allievi!

Da
Recensione №48

Monumento ben tenuto gratuito e un ottimo ricordo del fascismo

St
Recensione №49

Es un monumento molto discusso in Alto Adige (Bolzano) risalente alla guerra

En
Recensione №50

( ͝° ͜ʖ͡°)

Fa
Recensione №51

Bellissimo monumento con museo molto interessante. Tappa essenziale per un turista di passaggio.

Vi
Recensione №52

E sempre un bel posto Bolzano e Merano da anni la visiti

Ro
Recensione №53

Ben tenuto e di effetto! Non ho visitato il museo purtroppo....

Gi
Recensione №54

In fase di restauro

Gi
Recensione №55

È utile ricordare lorrore della guerra

It
Recensione №56

Eroi del 99

Th
Recensione №57

Un simbolo

Ad
Recensione №58

Nessun pregio architectonico

al
Recensione №59

Progettato dal Piacentini negli anni 20 è il simbolo della vittoria dellItalia nella prima guerra mondiale

Ri
Recensione №60

Non si può dire che il monumento di per se sia esteticamente gradevole, anche se questo, ovviamente, dipende dai gusti. Interessante, però, il museo che vi è stato allestito allinterno, sulla storia di Bolzano tra le due guerre. Ingresso gratuito.

Ma
Recensione №61

Il monumento della Vittoria è il divisore fra Bolzano vecchia e Bolzano nuova, città molto bella. Il monumento ha sotto un museo visitabile e si trova circondato da parchi e piste ciclabili.

lu
Recensione №62

Nostalgico pezzo di storia.

cl
Recensione №63

Perché protetto dai graffiti

Ga
Recensione №64

Luogo ben studiato per far capire alla popolazione cosè il monumento alla vittoria dellarchitetto Piacentini.

An
Recensione №65

Bella esperienza che non conoscevo anche se sono nata a bolzano

Ma
Recensione №66

Monumento storico che rievoca storia passata.

Cr
Recensione №67

Molto bello

St
Recensione №68

Bello! Soprattutto il fatto che il monumento sia stato depotenziato. Interessante se si vuole capire la storia dell Alto Adige

Va
Recensione №69

Bel museo in tre lingue che racconta criticamente la storia del monumento

Ci
Recensione №70

Bellissimo si assapora un momento di storia

Lu
Recensione №71

MONUMENTO AI CADUTI E A TUTTI I COMBATTENTI BELLISSIMO ANCHE SE ALCUNE PUTTANATE ELETTRONICHE CHE GLI HANNO APPICCICATO SONO A LIVELLO DI OLTRAGGIO...ONORE A TUTTI LORO

Fr
Recensione №72

Arco fascista con giardino.

Do
Recensione №73

Bellissimo monumento hai caduti, voluto dal Re.

Ad
Recensione №74

Una grande opera (architettonica e artistica), un interessantissimo percorso espositivoArchitettonicamente, è una rivisitazione del tradizionale arco di trionfo, in cui – tra l’altro – viene introdotto un nuovo ordine di colonne (l’ordine littorio): presenta 14 gigantesche colonne a forma di fascio stilizzato che reggono l’architrave (con il bassorilievo della Vittoria Sagittaria sul fronte Est e tre medaglioni sul fronte Ovest); nel vano centrale (al di sotto del quale si trova una cripta vuota) un altare per commemorare il sacrificio dei soldati italiani e la rinascita della Patria.La costruzione, progettata da Marcello Piacentini, è arricchita da opere d’arte di grande qualità: meravigliose le tre erme scolpite da Adolfo Wildt, poste nel vano centrale, dedicate ai tre irredentisti considerati primi martiri della Grande Guerra (Cesare Battisti, Fabio Filzi, Damiano Chiesa); molto belli il bronzo che raffigura il Cristo risorto, il bassorilievo con la Vittoria che soccorre il soldato morente e lo accompagna in cielo (opere di Libero Andreotti), il rilievo della Vittoria sagittaria di Arturo Dazzi, le protomi che rappresentano teste di soldati e teste di animali, opere di Giovanni Prini, poste sulle pareti esterne.L’esposizione permanente BZ 18–45: un monumento, una città, due dittature che si svolge all’interno del monumento è ricchissima di informazioni storiche e di documenti d’epoca presentati in modo chiaro e originale: la visita è piacevole oltre che interessante.Vale la pena di dedicare del tempo (la visita alla mostra richiede almeno un’ora) alla scoperta di questo particolare monumento, che è stato fonte di grandi dibattiti nella vita della città e della regione.

Om
Recensione №75

Bel monumento

Mi
Recensione №76

Un bellissimo monumento storico. Cè un museo molto interessante sotto e racconta nel dettaglio la storia della regione dalla prima guerra mondiale, passando per il periodo fascista e arrivando fino ai giorni nostri.

fr
Recensione №77

Aestoso ed imponente questo arco che si presenta su di una rotatoria alluscita di ponte talvera. Molto belle le colonne interne. Bellissimi ii fiori sui lati della rotatoria.

Ma
Recensione №78

Bello ci sono solo passata davanti

gi
Recensione №79

Un gran bel ricordo

Vi
Recensione №80

Monumento ben restaurato da visitare

An
Recensione №81

Monumento storico che racconta il passato della città e SEL territorio. Splendido il museo che si trova nelle sue fondamenta, la cui visita risulta indispensabile per capire molte cose del Sudtirolo.

Ma
Recensione №82

Dopo una vita sono andata a visitarlo, molto interessante devo dire.

SU
Recensione №83

Grande Arco di puro stile e stampo Fascista con faci littorie che lo reggono! Insegna luminosa in movimento rossa che é un pugno in un occhio!

Al
Recensione №84

Non ho visitato il museo sottostante. Il monumento non è male, anche se non mi piace linsegna luminosa circolare posta su una colonna.

Ta
Recensione №85

Monumento in marmo. Giusto come in foto. Bello

Go
Recensione №86

Un ricordo del dopo guerra

An
Recensione №87

Monumento da abbattere , di fascista memoria e provenienza....

Jo
Recensione №88

Bellissimo monumento con un museo sotterraneo

Jo
Recensione №89

Bellissimo posto pieno di storia

Ma
Recensione №90

Bello e interessante il percorso museale ben dettagliato e ricco di documenti.

Pe
Recensione №91

Storia D Italia

Pa
Recensione №92

Il posto è senza troppe pretese,la carta è limitata. Ma il cibo è buono ed abbondante a prezzi irrisori.

Ri
Recensione №93

La nostra storia

Ma
Recensione №94

Viva lItalia

Mi
Recensione №95

Particolare

Gi
Recensione №96

Molto interessante

Le
Recensione №97

Bellissimo, con tanto di parco, dove vi è il mercato con molte bancarelle durante alcuni giorni della settimana.

Mi
Recensione №98

Trovo che quello che hanno fatto sotto il monumento sia bello perché così ci capisce la storia del monumento

ti
Recensione №99

Monumento che ricorda lepoca fascista a Bolzano

Ca
Recensione №100

È molto bello il museo con le sale sotterranee che documentano la storia del monumento con foto e filmati trilingui

Informazione
100 Fotografie
100 Commenti
4.3 Valutazione
  • Indirizzo:Piazza della Vittoria, 2012, 39100 Bolzano BZ
  • Posto:http://www.monumentoallavittoria.com/
  • Telefono:0471 997588
Categorie
  • Attrazione turistica
  • Monumento
Ore lavorative
  • Lunedi:Chiuso
  • martedì:10–17
  • mercoledì:10–17
  • giovedi:10–17
  • Venerdì:Chiuso
  • Sabato:10–17
  • Domenica:10–17
Accessibilità
  • Ingresso accessibile in sedia a rotelle:
Servizi
  • Adatto ai bambini:
Organizzazioni simili