user
Basilica di Santa Eufemia
Campo Patriarca Elia, 13, 34073 Grado GO


Commenti
Al
Recensione №1

La basilica patriarcale di SantEufemia è il principale edificio religioso di Grado (GO), basilica e antica chiesa cattedrale del soppresso patriarcato di Grado.Risalente al VI secolo, sorge sulla piazza dellantica città patriarcale, affiancata dal battistero e dal campanile a cuspide del secolo XV.Sul luogo sorgeva una precedente basilica del V secolo, forse voluta dal metropolita di Aquileia Niceta (454-485) al tempo dellinvasione di Attila. Ledificio, a pianta basilicale, venne ordinato da Elia, arcivescovo di Aquileia anchegli in fuga da uninvasione: quella dei Longobardi.Quasi al contempo, Elia, in contrasto con papa Pelagio II a seguito della condanna dei Tre Capitoli, scelse la strada dellautocefalia, proclamandosi patriarca, e, per riaffermare la propria fedeltà al concilio di Calcedonia, decise di dedicare la nuova chiesa a santEufemia di Calcedonia, patrona di quel concilio, consacrandola forse il 3 novembre 579. Contemporaneamente anche Agrippino, vescovo di Como e tenace assertore dello scisma, diffondeva in terra lariana il culto di santEufemia di Calcedonia erigendo sullIsola Comacina una Basilica dedicata a questa santa.Seguendo le complicate traversie della sua diocesi, tra il VI e linizio del VII secolo, la basilica fu sede del ramo filo-romano e filo-bizantino in cui si scisse il patriarcato, fino alla definitiva separazione tra le due chiese e la costituzione, negli anni 717 e 739 del Patriarcato di Grado (dal 606-7 Grado era una sorta di “doppio” di Aquileia).Sottoposta al sempre più stretto controllo dei Duchi di Venezia, delle cui terre era chiesa madre, più volte coinvolta negli scontri militari per la mai sopita rivalità coi vicini Patriarchi di Aquileia, la basilica di SantEufemia prese a decadere a partire dal 1105, quando il nuovo patriarca, Giovanni Gradenigo, scelse di risiedere nella capitale: Venezia. La basilica mantenne tuttavia la titolarità della cattedra patriarcale anche dopo il riconoscimento pontificio, nel 1177, della residenza veneziana dei patriarchi.Nel 1451, però, con la soppressione del titolo gradense e listituzione del nuovo Patriarcato di Venezia, la basilica venne incorporata nella nuova diocesi, perdendo il titolo di cattedrale, trasferito alla basilica di San Pietro di Castello, a Venezia. Nel 1455 venne eretto lattuale campanile, sormontato da una statua segnavento in rame sbalzato del 1462, raffigurante larcangelo Michele (anche se in realtà, secondo liconografia cristiana, la statua segnavento raffigura larcangelo Gabriele, in quanto regge in mano un giglio, simbolo dellAnnunciazione).Il 22 settembre 1888 larcivescovo di Gorizia Luigi Mattia Zorn consacra la basilica[perde la dedica a santEufemia?] e laltare ai santi Ermagora e Fortunato.Appartiene attualmente allarcidiocesi di Gorizia, di cui è parrocchia.

Pa
Recensione №2

.... È la Basilica che frequento per le messe, abitando a Grado, è vicina a casa. Sicuramente da visitare.... Ha un suo fascino è ricca di storia con splendidi mosaici e con la Madonna in una splendida nicchia. Anche una breve visita solo x accendere una candela

Lu
Recensione №3

Luogo molto suggestivo, al quale si può accedere pagando solo 3€ di biglietto. Carina lidea della guida con il QR code, piuttosto esaustiva dal punto di vista storico se non si ha a disposizione una guida. Anche il giardino di fronte con le sculture contemporanee è molto carino!

Ir
Recensione №4

Grado è davvero bella da visitare, ricca di attrazioni sul lungo mare e di storia sulla via principale.. la Basilica di Santa Eufemia appare come un gioiellino conservato tra le vie di Grado, una struttura raccolta e immersa nella sua storicità... Da vedere!!!

ma
Recensione №5

Merita una visita ...

Ma
Recensione №6

Lodore delle lapidi, dei capitelli e delle varie reliquie, compresi i resti della basilica lapidaria che splende nella parte retrostante, evoca la nostra storia e la nostra cultura.Veramente Roma era padrona del mondo.

Ir
Recensione №7

Basilica bellissima, nel pieno centro di Grado. Entrati nella chiesa cè anche la guida audio preregistrata a un euro. Posto suggestivo, lo consiglio

EL
Recensione №8

Meraviglioso esempio di architettura romanica, pregevolissimi i mosaici sul pavimento.

Cl
Recensione №9

Luogo dove ogni pietra è intrisa di storia, di fede e di bellezza.

Li
Recensione №10

Un bellissimo pavimento in tasselli di mosaico.bello il campanile il battistero e la domus.conviene biglietto cumulativo da 10 euro

An
Recensione №11

Luogo carico di storia e ricco di mosaici fantastici

de
Recensione №12

Non ha bisogno di presentazioni... una delle più belle basiliche del nordest

Ma
Recensione №13

Una Basilica di grande bellezza in una città incastonata tra mare e laguna. Visitare la chiesa e la città è unesperienza veramente speciale.

Lu
Recensione №14

Antica basilica dallaspetto imponente ed austero, tipico di molte costruzioni di origine paleocristiana come questa. Linterno, diviso in tre navate, è molto sobrio e presenta alcune opere darte di pregio, quali il grande affresco absidale di età medievale e il mosaico pavimentale del VI secolo. Purtroppo la navata centrale è interamente coperta da un materiale chiaramente non originale, applicato sicuramente nel Novecento, che dà una sgradevole sensazione di cementificazione, in acceso contrasto con il laterizio visibile nelle pareti delle navate laterali e allesterno della chiesa. Il risultato è un effetto falsificato degli interni che non rende fede alla struttura originale. Se ci si trova in città, merita comunque una visita.

Zi
Recensione №15

La Basilica di Santa Eufemia, caratterizzata da edifici paleocristiani, sorge nella splendida cornice di Campo dei Patriarchi nella città vecchia a Grado. Ristrutturata magnificamente è il cuore millenario attorno a cui si raccoglie Grado

Cr
Recensione №16

Molto bella sia dentro che fuori, orari celebrazioni molto accessibili (8.00 e 12.00 la mattina, alle 18.30 la sera), situata in centro storico a Grado(Gorizia Italia), possibilità di confessarsi durante le celebrazioni e anche su richiesta, disponibilità e preparazione del personale.

Pa
Recensione №17

Unantica Basilica Patriarcale, ancora oggi luogo di culto, risalente al VI secolo, con annesso un campanile di epoca più recente, XV secolo. Accanto si può ammirare il Battistero e il suggestivo Lapidario di Grado.

ma
Recensione №18

Chiesa stupenda fuori e meravigliosa senza tante cose denro

Ba
Recensione №19

Luogo magico

ca
Recensione №20

È ricco di testimonianze del passato, molto visitato. Merita

Ti
Recensione №21

Basilica di lunga storia e culto, fondata nel V° (!) secolo. Spoglia facciata protocristiana in laterizio, con campanile addossato sul lato destro. Interno a tre navate molto luminoso, memorabile per magnifico pavimento musivo in stile bizatino, risalente alla fine del VI (!) secolo. Notevole il pulpito con effigi degli Evangelisti, ricoperto da cupolino di foggia moresca.

Ma
Recensione №22

Bellissima chiesa stile romanico con i suoi mosaici

Al
Recensione №23

Davvero meravigliosa, sia allinterno che allesterno. Consiglio vivamente di andarla a visitare.

fr
Recensione №24

Luogo meraviglioso.

An
Recensione №25

Interessante dal punto di vista artistico. Ben conservata

Mi
Recensione №26

Magnifico mosaico, da visitare.

Mo
Recensione №27

Un vero onore assistere alla messa in tale basilica. Camminando si sente sotto i piedi ogni singolo tassello del mosaico. Una pavimentazione mozzafiato e vivibile. Emozione

To
Recensione №28

Una città molto interessante con una bellissima basilica!

To
Recensione №29

MOSAICI DI RARA BELLEZZA

Ci
Recensione №30

Piacevole visita unitamente ad un giro allinterno della vecchia Grado

Pa
Recensione №31

Affreschi interessanti. Chiesa storica per posizione e anno di erezione. con giardino che raccoglie i reperti romani trovati durante gli scavi. c è un battistero fatiscente di fianco, e unaltra chiesa a pochi metri. Niente di nuovo rispetto ad Aquileia

Lo
Recensione №32

Grandi emozioni cura e attenzione nel restauro sapiente .da Non perdere.

St
Recensione №33

È un edificio pieno di storia locale

Mi
Recensione №34

Splendidi mosaici, chiesa romanica nella vecchia Grado.

Ot
Recensione №35

Basilica meravigliosa affiancata dal battistero, assolutamente da visitare.

Ar
Recensione №36

Bellissima Basilica Romanica su base PaleoCristiana

Si
Recensione №37

È una basilica bellissima! Adoro i pavimenti con i mosaici e le colonne tutte diverse. È un luogo dove si respira unatmosfera incantata oltre che molto spirituale. Per gli appassionati di storia!

An
Recensione №38

La basilica Patriarcale di santa Eufemia è il principale edificio religioso di Grado. Risalente al VI secolo, rimane da ammirare il grande mosaico pavimentale e la bellissima abside.

El
Recensione №39

Beh indipendentemente dalla vostra fede religiosa a tutti quelli che hanno la possibilità di entrarvi, si resta sconvolti da tanta bellezza. E come entrare nelle foto dei libri di storia . Se siete a Grado o nei suoi dintorni spendete qualche minuto al suo interno , ne sarete entusiasti anche voi.

As
Recensione №40

RESPIRI.....L ARIA ANTICA DI PREGHIERE ANNUNCIATE A DIO CON FERVORE E DEVOZIONE.... È SPLENDIDO ENTRARE IN QUESTA CHIESA....PROVATE A CHIUDERE GLI OCCHI....E A RESPIRARE...SENTIRETE ANCORA LECO DEI NOSTRI VECCHI NONNI E DELLE LORO SPERANZE X LA SALUTE DEI PROPRI CARI MANDATE A DIO CON LE MANI GIUNTE

Fr
Recensione №41

Una bella basilica paleocristiana.

Al
Recensione №42

Sul luogo sorgeva una precedente basilica del V secolo, forse voluta dal metropolita di Aquileia Niceta (454-485) al tempo dellinvasione di Attila. Ledificio, a pianta basilicale, venne ordinato da Elia, arcivescovo di Aquileia anchegli in fuga da uninvasione: quella dei Longobardi.Quasi al contempo, Elia, in contrasto con papa Pelagio II a seguito della condanna dei Tre Capitoli, scelse la strada dellautocefalia, proclamandosi patriarca, e, per riaffermare la propria fedeltà al concilio di Calcedonia, decise di dedicare la nuova chiesa a santEufemia di Calcedonia, patrona di quel concilio, consacrandola forse il 3 novembre 579. Contemporaneamente anche Agrippino, vescovo di Como e tenace assertore dello scisma, diffondeva in terra lariana il culto di santEufemia di Calcedonia erigendo sullIsola Comacina una Basilica dedicata a questa santa.Targa di dedicazione della chiesa ai Ss. Ermacora e Fortunato presso lingresso della sacrestia.Seguendo le complicate traversie della sua diocesi, tra il VI e linizio del VII secolo, la basilica fu sede del ramo filo-romano e filo-bizantino in cui si scisse il patriarcato, fino alla definitiva separazione tra le due chiese e la costituzione, negli anni 717 e 739 del Patriarcato di Grado ( dal 606-7 Grado era una sorta di “doppio” di Aquileia).Sottoposta al sempre più stretto controllo dei Duchi di Venezia, delle cui terre era chiesa madre, più volte coinvolta negli scontri militari per la mai sopita rivalità coi vicini Patriarchi di Aquileia, la basilica di SantEufemia prese a decadere a partire dal 1105, quando il nuovo patriarca, Giovanni Gradenigo, scelse di risiedere nella capitale: Venezia. La basilica mantenne tuttavia la titolarità della cattedra patriarcale anche dopo il riconoscimento pontificio, nel 1177, della residenza veneziana dei patriarchi.Nel 1451, però, con la soppressione del titolo gradense e listituzione del nuovo Patriarcato di Venezia, la basilica venne incorporata nella nuova diocesi, perdendo il titolo di cattedrale, trasferito alla basilica di San Pietro di Castello, a Venezia. Nel 1455 venne eretto lattuale campanile, sormontato da una statua segnavento in rame sbalzato del 1462, raffigurante larcangelo Michele (anche se in realtà, secondo liconografia cristiana, la statua segnavento raffigura larcangelo Gabriele, in quanto regge in mano un giglio, simbolo dellAnnunciazione).Il 22 settembre 1888 larcivescovo di GoriziaLuigi Mattia Zorn consacra la basilica  e laltare ai santi Ermagora e Fortunato.Appartiene attualmente allarcidiocesi di Gorizia, di cui è parrocchia.

Gi
Recensione №43

Antichissimo edificio cittadino, suggestivo sia nelle austere forme esterne che nel relativamente ricco interno. E il punto di arrivo di una passeggiata a zonzo per il centro storico di Grado, dove è assolutamente obbligatorio perdersi fra i vicoletti, fotografando scorci di balconcini, vasi fioriti e vecchie biciclette arrugginite.

Fr
Recensione №44

Basilica bellissima immersa in un parco archeologico unico

Ri
Recensione №45

Purtroppo visitata in un giorno di pioggia, basilica molto antica con ricco lapidario nel porticato esterno. Assolutamente da consigliare!!

Lu
Recensione №46

Bella basilica del 5° secolo stile romanico/bizantino

Ma
Recensione №47

Antica basilica di stile romanico a tre navate molto interessante da visitare. Nelle festività la messa cantata è molto suggestiva con un coro locale molto bravo e noto. Da visitare anche le strutture adiacenti tutte risalenti allepoca tardo-romana

Le
Recensione №48

Antica (Vi sec) chiesa di rango, ma di piccole dimensioni. Anche se si è appena visitata la basilica di Aquileia i mosaici reggono il confronto. La pala doro del presbiterio, come molte opere su altari inaccessibili per limpossibilità di una sorveglianza continua, non è visibile in dettaglio. Nel complesso vale la visita anche per lannesso lapidario (se la vicina Aquileia non ha esaurito il desiderio di paleocristianità).

Gi
Recensione №49

Nel centro di un paese turistico come Grado, si trova una bellissima costruzione del VI secolo: la Basilicata patriarcale di S. Eufemia. Da visitare!!

El
Recensione №50

Bello il mosaico del pavimento e il pulpito

Se
Recensione №51

Antica e bellissimi mosaici al suo interno da visitare a Grado. Consiglio vivamente una visita in basilica e soprattutto un giro nella città di Grado.

Da
Recensione №52

Vista solo da fuori, sembra interessante. Da scoprire come tutta larea di Aquileia fiore allocchiello per scavi archeologici dellepoca romanica. Da ritornarci con più tempo a disposizione.

Be
Recensione №53

Mi dispiace:la basilica di santa eufemia non si puo commentare essendo un monumento storico di questa importanza

El
Recensione №54

Consiglio partecipare alla messa domenicale, si potrà ascoltare il coro maschile di Ruda; unico nei canti Madonna della bricola e Madonnina del mare .

pa
Recensione №55

Bellissima. Si sentono nelle pietre la storia e la gente

St
Recensione №56

Basilica ben tenuta con mosaici di pregio e Battistero antico molto interessante. Altri reperti archeologici nelle immediate vicinanze. Sede di concerti nel periodo estivo

Ma
Recensione №57

Molto bella da visitare splendidi mosaici atmosfera romantica oltre che storica

Ro
Recensione №58

Splendida Basilica. Merita l visita. Se possibile accompagnati da una guida locale per conoscere bene tutta la storia ricca di fascino e di mistero.

Fl
Recensione №59

Considerando la vetustà della Basilica, è molto, molto ben conservata. Ha la particolarità di avere tutte le colonne delle navate con capitelli diversi tra loro. Poiché Grado è piccolina, pertanto non offre molto a livello turistico, non si può non visitare la Basilica.

Da
Recensione №60

Esprime il Vero centro e luogo di culto Cattolico...Da secoli nel cuore di Grado ed anche in chi ama larte e la storia antica pre cristiana.

Fa
Recensione №61

Bella, basilica alto medioevale in stile romanico. Notevole il pavimento a mosaico.

Gi
Recensione №62

Visita piacevole, per fortuna con guida esperta che ci ha introdotto alla storia del luogo... vale la visita di Aquileia e dei resti romani

Di
Recensione №63

Splendido pavimento in mosaico e bella basilica in stile romanico. Anno 579 d.C.

Gr
Recensione №64

Luogo storico imperdibile di Grado

Su
Recensione №65

Si fanno concerti bellissimi li.

Va
Recensione №66

Un luogo di spiritualità millenaria, basilica magnifica, da non perdere il pulpito del decimo secolo, il tesoro con la stauroteca dellottavo secolo e soprattutto non si può mancare alla messa domenicale cantata delle 10.30 con la superba cappella corale orchestrale Santa Cecilia diretta dal super maestro Annello Boemo

Ro
Recensione №67

Bellissima Basilicata, camminando per grado siamo arrivata a questa chiesa stupenda, bellissima da visitare

Ma
Recensione №68

Merita di essere vista...

Od
Recensione №69

Persone da frequentare la domenica dopo la messa

St
Recensione №70

Bellesempio architettonico che Ben si sposa nel contesto Gradese

Gi
Recensione №71

Antica basilica, ben conservata.Merita una visita!

Lu
Recensione №72

Bellissima situata al centro di Grado. Completamente restaurata. Peccato si noti i stili diversi depoca!

Iu
Recensione №73

Chiesa Paleocristiana-Bizantina..Molto bella internamente.

Al
Recensione №74

Bella chiesa e bella messa!!! Io sono andata la domenica alle 8.30 ma ci sono anche alle 10 30 e 18.30

ni
Recensione №75

Mi aspettavo di più.

Iv
Recensione №76

Grado e Aquileia sono fantastiche

va
Recensione №77

Bellissima basilica immersa in una piazzetta in piena parte vecchia di Grado. Purtroppo ho notato poca cura (rispetto) per i pavimenti a mosaico sopratutto nella parte del Battistero dove i pavimenti sono mal tenuti con muschi e polvere

Fa
Recensione №78

Ho assistito al concerto di cori organizzato dallUSCI della provincia di Gorizia; molto ben riuscito acustica pressoché perfetta in una basilica bellissima.

At
Recensione №79

Bellissima basilica e bellissima Grado per fare una vacanza è lideale, unica difficoltà sono i parcheggi, non ne trovi uno neanche se paghi in oro

Li
Recensione №80

Splendida Chiesa risalente al V secolo, mentre il campanile è stato costruito successivamente mille anni dopo. Il pavimento è composto da uno splendido mosaico, purtroppo essendo calpestabile è un po rovinato. Alla sinistra vi è una cappella, la prima ad essere consacrata a San Marco. Bellissimo il pulpito di età medioevale.

Sa
Recensione №81

I mosaici allinterno della basilica e lo stile la rendono un gioiellino della città di Grado

Ni
Recensione №82

Posto suggestivo e storico

Ro
Recensione №83

Utilissimo conoscere la storia della Chiesa e del vicino Battistero che mi è stata illustrata nella visita gratuita di Grado offerta dal Comune nel periodo estivo.

Gi
Recensione №84

LUCAS GIANNI :A MIO Parere NN Mi Piace molto

Fr
Recensione №85

Posto fantastico

lu
Recensione №86

Sempre bellissima. E bellissimi gli scavi archeologici. Da vedere!!

Ma
Recensione №87

Fantastica la pavimentazìome in mosaico

Lu
Recensione №88

Molto bella

Mi
Recensione №89

Sono rimasto attratto dalla chiesa e dalla sua architettura, ma soprattutto per la Santissima Eufemia

Ma
Recensione №90

Bellissima basilica ricca di dipinti e opere scultoree. Da visitare

Fa
Recensione №91

Sito Unico Affascinante e pieno di testimonianze storiche !! Da visitare !!

Si
Recensione №92

È una basilica meravigliosa! Consiglio una visita! Merita.

Mi
Recensione №93

Piccolo gioiello romanico in una grado che a metà tra il Borgo marinaro ligure e la Riccione degli anni 70

Fu
Recensione №94

Chiesa neocristiana di pregevole aspetto inserita nel centro storico di grado vecchia.

Ch
Recensione №95

Da vedere, un tripudio di storia e spiritualità

Ru
Recensione №96

Basilica molto bella non la ho visitata entrandoci il biglietto al di euro o 6 euro non ricordo bene mi sembra eccessivo x entrare in una basilica che si gira in 5 minuti massimo

Ma
Recensione №97

Luogo suggestivo dove coesistono in armonia bellezza e spiritualità

SA
Recensione №98

È un luogo di culto con la sua storia e quando si entra si resta estasiati dai mosaici, dalla pala, ecc Nel retro ci sono anche dei resti di colonne, archi, ecc

An
Recensione №99

Chiesa molto bella ubicata nella zona vecchia della città di Grado in un punto in cui ci sono ben tre chiese vicinissime!! Da visitare sicuramente!

Ir
Recensione №100

Grado, città marittima adatta alle famiglie tutta da scprire

Informazione
100 Fotografie
100 Commenti
4.6 Valutazione
  • Indirizzo:Campo Patriarca Elia, 13, 34073 Grado GO
  • Posto:http://www.turismofvg.it/Monumenti-religiosi/Basilica-di-Santa-Eufemia
  • Telefono:0431 80146
Categorie
  • Attrazione turistica
  • Basilica
Ore lavorative
  • Lunedi:08–19
  • martedì:08–19
  • mercoledì:08–19
  • giovedi:08–19
  • Venerdì:08–19
  • Sabato:08–19
  • Domenica:08–19
Accessibilità
  • Ingresso accessibile in sedia a rotelle:
Organizzazioni simili