user
Casa Natale di Gioachino Rossini
Via Gioacchino Rossini, 34, 61121 Pesaro PU


Commenti
El
Recensione №1

Piccola casa su 2 piani, priva di mobili, con testimonianze musicali e video. Allestimento museologicamente non totalmente coerente. Acquistati 2 souvenirs senza avere scontrino..

Ma
Recensione №2

Da musicista non posso altro che dire di esserne rimasto piacevolmente affascinato. La casa si sviluppa su tre piani: al piano terreno cè la cassa e un piccolo ma fornitissimo shop mentre al primo e al secondo ci sono gli ambienti e (in parte) gli arredi dellepoca con molte stampe che raffigurano i bozzetti e i costumi dei personaggi delle sue opere. Ho portato con me i miei allievi che, dopo aver partecipato a un concorso musicale, hanno potuto apprendere qualche notizia del grande musicista...come esperienza è molto educativa.

Ca
Recensione №3

Una visita piacevole da fare se ci si trova a Pesaro. Personale molto gentile e disponibile.

La
Recensione №4

Casa in cui nacque, nel 1792, il grande compositore Gioachino Rossini. Ora è un museo visitabile a pagamento che raccoglie cimeli e oggetti appartenuti al Maestro.

Mi
Recensione №5

È semplicemente bellissimo!! Pianoforti, quadri, medaglie... Tutto ciò che rappresenta un grande artista bravo e anche molto scherzoso,ma soprattutto buon gustaio .Una delle motivazioni per andare a Pesaro è proprio Gioacchino Rossini ️

io
Recensione №6

Semplice ma dettagliata. La musica di Rossini ti avvolge per tutta la visita. Curata, pulita e accogliente. Un po caro il reparto dei souvenir.

Ma
Recensione №7

Personalmente credo che il prezzo del biglietto non valga la visita. In zona ci sono musei più interessanti ed a minor prezzo

Er
Recensione №8

Un tuffo nella cultura, nella storia e nella musica...

ez
Recensione №9

Casa natale del grande compositore Gioacchino Rossini , oggi trasformato in museo.

Jo
Recensione №10

Luogo natio del genio Pesarese, poco da vedere ma ne val la pena comunque

Mi
Recensione №11

Un luogo in sé semplice, ma che invita ad ascoltare le opere del maestro in stereofonia,a vederne il luogo di nascita e la mostra abbinata al resto della casa. La parte video è da vedere per capire alcune sfumature del Maestro. Il bookstore invita allacquisto, e non ultimo chi ti accoglie per lacquisto dei biglietti è cortese nellindirizzarti nella visita e nella scelta del libro più appropriato alle proprie necessità rossiniane. Da consigliare sicuramente, così come da consigliare il biglietto cumulativo Casa Rossini,Museo Civico, Museo Nazionale Rossini.

Cr
Recensione №12

Graziosa palazzina nel centro cittadino di Pesaro. Casa natale di Rossini, ha una sala allestita modello barbiere, delle stanze ai piani superiori con vari cimeli del musicista ed un bel bookshop.

An
Recensione №13

E suggestivo il luogo che ha dato i natali al musicista, con lettere e spartiti e ritratti depoca e anche il fortepiano con il quale iniziò a comporre

pi
Recensione №14

Evocativo. Emozionante.

Gi
Recensione №15

A parte la suggestione di trovarsi nella casa natale di Rossini (per chi sente la suggestione), il luogo non presenta particolare interesse. Vi sono solo stampe di opere rossiniane e di personaggi a lui contemporanei che gravitavano nel mondo dellopera lirica.

Er
Recensione №16

Tra il Duomo e Piazza del Popolo, nel centro della Città, incontri la casa natale di Gioacchino Rossini. Anche il solo passarci davanti è unesperienza emozionante. Visitarla lo è molto di più ed è certamente consigliato.

Fr
Recensione №17

Luogo storico dimmenso valore per la città di Pesaro, ben tenuto e pulito. Contiene anche un fortepiano appartenuto allo stesso Rossini.

El
Recensione №18

Piccolina ma interessante. Sicuramente da completare con la visita al Museo Nazionale.

Pa
Recensione №19

Respirare la sua aria, calpestare i suoi pavimenti, condividere le sue viste......grande emozione

Ma
Recensione №20

Molto bello.

Pi
Recensione №21

Cè molto poco in esposizione, incisioni e libretti a parteesattamente di fronte al museo civico si trova la casa dove il compositore Rossini nacque nel 1792.si sviluppa su 4 piani, compresa una piccola cantina per i vini e la saletta a destra dellaccesso dove si possono ascoltare alcune opere su tablet ed è stata ricostruita la postazione di un barbiere dell800, omaggio alla sua opera più famosa.una decina le stanze ai due piani superiori, dove per lo più sono state collocate alcune lettere, incisioni, caricature del maestro e stampe raffiguranti gli interpreti delle sue opere e sono esposti i libretti di queste. una stanza ospita un piccolo fortepiano usato per le sue esercitazioni giovanili.al secondo piano una stanza è destinata alla proiezione di un video di circa 10 minuti in cui alcuni artisti parlano di lui.non è male ma di arredo originario cè ormai poco o niente.la visita richiede circa mezzora.il museo è aperto:- dal 1° giugno al 30 settembre da martedì a domenica e festivi h 10 – 13 / 16.30 – 19.30- dal 1° ottobre al 31 maggio da martedì a giovedì h 10 – 13 e da venerdì a domenica e festivi h 10 – 13 / 15.30 – 18.30.il biglietto costa nella versione base 7€ e da diritto a due musei a scelta tra questo, museo civico di palazzo Mosca e museo Rossini più larea archeologica di Via dellabbondanza. vale 7 giorni.altrimenti è possibile fare quello quindicinale da 13€ che da diritto a tutti i musei sopra citati più il Centro Arti Visive Pescheria dove fanno mostre temporanee e larea archeologica in frazione Colombarone. questultima anche se chiusa si vede comunque bene anche dalla rete di protezione del sito.le due aree archeologiche sono aperte solo sabato e domenica quindi occorre fare attenzione a questo aspetto.consiglio una rapida visita.

GI
Recensione №22

Merita una visita.

Ma
Recensione №23

Quando sono entrato pensavo di trovare un vero museo.stanze vuote con qualche stampa esposta come se fosse un quadro di Raffaello.Ti invitano a visitare la cantina,in realtà il punto vendita di un produttore per altro neanche di gran qualità.Se non fosse per la posizione sarebbe veramente da evitare.Sono rimasto veramente deluso.Pensavo di trovare un vero museo.Da evitare assolutamente.

Ni
Recensione №24

Durante le nostre passeggiate seriali nel mese di agosto lo abbiamo trovato purtroppo sempre chiuso ma, resta un posto suggestivo che merita dessere visitato. Ci torneremo

Tr
Recensione №25

Vicinissima alla cattedrale e a pochi metri da piazza del popolo, è obbligata la visita alla casa natale del del celebre compositore italiano Gioachino Rossini.

Fa
Recensione №26

Il posto, casa di Rossini, è affascinante ma la visita ai esaurisce in pochi minuti alla modica cifra di 10 euro. In proporzione i musei vaticani potrebbero costare 150-200 euro. Il book shop è bello con tante proposte anche didattiche.

An
Recensione №27

Nato a Pesaro (a quel tempo nello Stato Pontificio) il 29 febbraio 1792, il Cigno di Pesaro – come fu definito – impresse al melodramma uno stile destinato a far epoca e del quale chiunque, dopo di lui, avrebbe dovuto tener conto; musicò decine di opere liriche senza limite di genere, dalle farse alle commedie, dalle tragedie alle opere serie e semiserie.La sua famiglia era di semplici origini: il padre Giuseppe – detto Vivazza (1764-1839) – fervente sostenitore della Rivoluzione francese, era originario di Lugo (Ravenna) e suonava la tromba per professione nella banda cittadina e nelle orchestre locali che appoggiavano le truppe francesi doccupazione; la madre, Anna Guidarini (1771-1827), era nata ad Urbino ed era una cantante di discreta bravura. In ragione delle idee politiche del padre, la famiglia Rossini fu costretta a frequenti trasferimenti da una città allaltra tra Emilia e Romagna.Così il giovane Rossini trascorre gli anni della giovinezza o presso la nonna o in viaggio fra Ravenna, Ferrara e Bologna dove il padre era riparato nel tentativo di sfuggire alla cattura dopo la restaurazione del governo pontificio. Dal 1802 la famiglia vive per qualche anno a Lugo; qui Gioachino apprende i primi rudimenti di teoria musicale nella scuola dei fratelli Malerbi. Successivamente la famiglia si trasferisce a Bologna. Ed è proprio nella città felsinea che Rossini inizia lo studio del canto (fu contralto e cantore allAccademia filarmonica), del pianoforte e della spinetta presso il maestro Giuseppe Prinetti.Nel 1806, a quattordici anni, si iscrive al Liceo musicale bolognese, studia intensamente composizione appassionandosi alle pagine di Haydn e di Mozart (è in questo periodo che si guadagna lappellativo di tedeschino), mostrando grande ammirazione per le opere di Cimarosa e scrive la sua prima opera (Demetrio e Polibio, che sarà rappresentata però soltanto nel 1812).Conosce Isabella Colbran, cantante lirica, maggiore di lui di otto anni, che sposerà a Castenaso il 16 marzo 1822 e da cui si separerà intorno al 1830.

Mi
Recensione №28

Ne vale la pena.....

So
Recensione №29

Molto carina e col biglietto cumulativo puoi visitare anche i musei civici ed il nuovissimo museo multimediale a lui dedicato.

Cl
Recensione №30

Se non fosse stato per la geolocalizzazione non lavrei mai notata, poche insegne e indicazioni

V
Recensione №31

Ho visitato con soddisfazione questa casa natale di Rossini. Linterno é ben arredato con presente anche dei biglietti di ingresso ai teatri per i suoi concerti dellepoca o sono presenti anche delle curiosità come le ricette che lui stesso cucinava o che apprezzava mangiare. Lordine desposizione é cronologico con fotografie dello stesso Rossini fino a quando é morto.

Ma
Recensione №32

Caratteristico villino in pieno centro a Pesaro . Da visitare. Ingresso gratuito

La
Recensione №33

Bella can do rossini

Ir
Recensione №34

Ci sono stata con la guida molto bello e interessante soprattutto il museo

Ag
Recensione №35

Dovrebbe essere aperto più giorni ed interi . Turisti delusi per gite a vuoto.

Gi
Recensione №36

Pensavo fosse pi grande

Lu
Recensione №37

Casa natale di Rossini... E nullaltro. Cmq a Pesaro questa figura è molto sentita. Tutto intitolato a lui, strade, conservatorio e perfino la.pizza Rossini con uova e maionese ( non provatela) cmq è un bene che una città di visibilità al suo illustre concittadina. Da visitare? Ma anche no!!

Pa
Recensione №38

Luogo cultural.ente interessante

Sa
Recensione №39

Interessante tour della casa del famoso musicista. Un po troppo breve

Da
Recensione №40

Bel luogo per un bel personaggio ma soprattutto per un grande ed unico artista

fe
Recensione №41

Piccolo ma piacevole

An
Recensione №42

È un posto che non mi dato alcuna emozione.

La
Recensione №43

Molto carino, pieno di atmosfera e con una receptionist che ci ha consigliato splendidamente sul percorso dei vari musei da visitare

Cl
Recensione №44

È sempre bello ricordare il passato e ciò che ha dato alle generazioni future

Cl
Recensione №45

Bellissimo evento di ferragosto dove alcuni artisti dellopera hanno cantato sul balcone della casa natale di Rossini

Cr
Recensione №46

Anticipo subito che eravamo lì per caso e che quindi non essendo appassionato del genere, non saprei giudicare la qualità del materiale esposto. Posso però dire che lo spazio è stato ben gestito e che per una piccola tappa per unuscita nel weekend, ne vale sicuramente la pena.

Mu
Recensione №47

Davvero una visita molto interessante durante la settimana dedicata a rossini. La casa è molto piccola e senza mobilita ma la guida è stata davvero molto gentile e competente.Ledificio posizionato in centro città, si erge su tre piani ed è molto ben conservato dalla fondazione sia esternamente che internamente. La collezione permette di vedere le due stanze in cui nacque il compositore, molti ritratti e caricature, documenti inerenti alla stesura dei libretti e spartiti. Per le vie cittadine vengono filodiffuse le arie musicali rossignane!!! Vale la pena visitarla

An
Recensione №48

Molto affascinante percorrere i corridoi dove ha vissuto l artista

Fr
Recensione №49

È una abitazione che è rimasta ferma nel tempo. Bella lesposizione di documenti. Unica pecca: manca larredamento e le suppellettili, che forse avrebbero contribuito a rendere la casa più interessante.In ogni caso consiglio la visita al palazzo Mosca, poco distante dalla casa di Rossini.

gi
Recensione №50

Suggestiva anche se piuttosto spoglia. all interno piccolo museo e shop di souvenir rossiniani

Lu
Recensione №51

Il meglio di questo paese quando non pensa con linfradito, lItalia un posto meraviglioso

An
Recensione №52

Non immaginavo di vedere una meraviglia così ben conservata!!!!!

ar
Recensione №53

Dove trovi professionisti che ti seguono nellarte della musica

An
Recensione №54

È un tuffo nel passato...belli gli spartiti originali....ed un menù autografo di Rossini

Er
Recensione №55

Piccola ma significativa testimonianza del grande genio musicale.

Li
Recensione №56

Un tuffo interessante nella vita di rossini

Pa
Recensione №57

É uno dei tanti luoghi che merita di essere visitato

El
Recensione №58

Interessante e se avete la fortuna di essere accompagnati dalla guida è un pozzo di [email protected]

LO
Recensione №59

La guida era molto istruita sulla vita del musicista

Fr
Recensione №60

Emozionante vedere la casa natale di un maestro come Rossini

Ri
Recensione №61

Importante luogo storico dove nacque il famoso compositore.

ta
Recensione №62

Nella vita e opere di un maestro

Gi
Recensione №63

Museo piccolo e suggestivo dove si visionano documenti originali del noto compositore e dove grazie strumenti interattivi fissi e mobili è possibile conoscere meglio alcuni aneddoti e la sua storia.

en
Recensione №64

Da visitare

St
Recensione №65

Interessante luogo da visitare girando per Pesaro

Ka
Recensione №66

Una piccola casa dove camminare nella musica e nella storia. Assortimento delle opere in Dvd che non ho trovato altrove

Ch
Recensione №67

Molto interessante

Pa
Recensione №68

Pesaro 1792 - Passy, Parigi, 1868. Compose la prima opera alletà di quattordici anni. Figlio di un suonatore di trombetta e di un buon soprano, fu abile suonatore di viola e cembalo, e al liceo musicale bolognese, completò lo studio nel violoncello, nel pianoforte e nel contrappunto. La sua attività ha spaziato attraverso vari generi musicali, ma è ricordato principalmente come autore di lavori famosissimi quali Il barbiere di Siviglia, Litaliana in Algeri, La gazza ladra e Guglielmo Tell. Fu direttore dei teatri napoletani di S. Carlo e del Fondo, e qui ben si adattò allambiente teatrale della città dove tra i cantanti primeggiava Isabella Colbran, sua futura moglie, conquistando subito, con lElisabetta regina dInghilterra lentusiasmo generale.

Fr
Recensione №69

Per un pesarese espatriato come me la casa natale di Rossini è un simbolo importante della mia città natale.Purtroppo la visita trascorre velocemente in ambienti spogli dando unocchiata ai pochi documenti esibiti.Delusione

Ur
Recensione №70

Un pezzo di storia di coloro che hanno reso grande la musica italiana. Una vista da non perdere.

Lu
Recensione №71

Adatto per un pubblico molto ferrato.Ingresso 10€ ma comprendeva la visita di altri complessi a Pesaro, Urbino e Fano (promozione speciale)

Sa
Recensione №72

Tappa dobbligo se si passa per Pesaro

EM
Recensione №73

Luogo da visitare molto bello

Lo
Recensione №74

Merita un visita se si è nei paraggi

lu
Recensione №75

Bella ma il prezzo mi sembra troppo alto anche perché vale anche per altre attrazioni. dovrebbero fare un altro biglietto solo per la casa

LE
Recensione №76

Bellissimo percorso interattivo

Al
Recensione №77

Credo che per questo luogo dove si respira sacralità da tutti i pori non ci sia bisogno di una recensione. La casa del maestro non si discute.

Gi
Recensione №78

Davvero molto bella e affascinante. Soltanto metterei della musica in sottofondo visto che Rossini era un compositore

Si
Recensione №79

Molto interessante da visitare

Do
Recensione №80

Fa rivivere il mito

al
Recensione №81

Carina. Se si passa da Pesaro e da visitare. Niente di particolare purtroppo

GI
Recensione №82

Latmosfera Rossiniana che si respira nella casa

Lu
Recensione №83

Storia per chi piace

Ni
Recensione №84

In realtà cè molto poco da vedere di autenticamente rossiniano se non pochissimi documenti.

St
Recensione №85

Carina un po scarna di oggetti della vita di Rossini

Gi
Recensione №86

La casa Natale di Gioacchino Rossini è molto bella. Un viaggio nella sua vita a 360gradi

Sa
Recensione №87

Stupendo. In onore del Rossini festival delle bellissime cantanti hanno deliziato il centro con opere liriche

em
Recensione №88

Per respirare clima rossiniano

gi
Recensione №89

Se ti trovi a passare da quelle parti una visita la merita tutta

Da
Recensione №90

Affascinante e piena di storia la casa ottimamente curata del nostro illustre concittadino.

La
Recensione №91

Da vedere

LU
Recensione №92

Merita solo per il valore culturale

Cl
Recensione №93

Non si può non visitare la case di Rossini passando per Pesaro e conoscere la storia di un musicista di gran fama!

Ro
Recensione №94

Interessante....ma non cè niente da vedere né da fare....

Fa
Recensione №95

Carina lidea di valorizzarla, di fatto la cosa non riesce benissimo.

CM
Recensione №96

Davvero un bel museo per ricordare Rossini. Ben fatto!

El
Recensione №97

In questo nuovo allestimento si può conoscere il Maestro sotto mille sfaccettature

Fr
Recensione №98

Attrazione semplice ma ben gestita. Il percorso con realtà aumentata merita!

An
Recensione №99

Interni spogli ma suggestivi

Pa
Recensione №100

Per fortuna Gioacchino cè! Senza la sua musica il mondo sarebbe stato più povero.

Informazione
100 Fotografie
100 Commenti
4.2 Valutazione
  • Indirizzo:Via Gioacchino Rossini, 34, 61121 Pesaro PU
  • Posto:http://www.pesaromusei.it/casa-rossini/
  • Telefono:0721 387357
Categorie
  • Attrazione turistica
  • Museo
Ore lavorative
  • Lunedi:10–13
  • martedì:10–13
  • mercoledì:10–13
  • giovedi:10–13
  • Venerdì:Chiuso
  • Sabato:10–13
  • Domenica:10–13
Accessibilità
  • Ingresso accessibile in sedia a rotelle:No
  • Parcheggio accessibile in sedia a rotelle:No
Servizi
  • Adatto ai bambini:
  • Ristorante:No
Organizzazioni simili