user
Anfiteatro Flavio Neroniano
Corso Nicola Terracciano, 75, 80078 Pozzuoli NA
Aspetto
Anfiteatro Flavio Neroniano


Commenti
Re
Recensione №1

Uno dei tanti siti non conosciuti . Lanfiteatro è un po trasandato,ma i sotterranei sono uno spettacolo direi unico . Un inno al mattoneè allarco Romano . Per i visitatori ricordo che esiste un bigliettovalido 2 giorni per accedere anche a altri 3 siti in zona moltoconveniente . Buona visita..

Cr
Recensione №2

L’anfiteatro Flavio è fenomenale un pezzo della Roma antica da non perdere per nessun motivo. Almeno una volta lo si deve visitare anche se i suoi spazi cambiano con le stagioni. Un posto MAGICO

Lu
Recensione №3

Ennesimo esempio di di luogo stupendo ma poco valorizzato. Indicazioni dalla stazione treni di Pozzuoli inesistenti, idem per sapere da dove si entra se si arriva da altre direzioni. Pagamento dellingresso solo in contanti! Sconcertante lingresso con dozzine di reperti messi alla rinfusa e con una sensazione di abbandono. Sono visitabili solo larena e i sotterranei che comunque sono spettacolari!

em
Recensione №4

Un anfiteatro di duemila anni nel Cuore della Stupenda Puteoli, lennesimo monumento che racconta la storia della città e le mille ricchezze di questo popolo. Rappresentazione delle mille facce dei luoghi puteolani e Campani. Non posso che consigliarvi una visita

Ed
Recensione №5

Tra i principali anfiteatri romani. Ben conservato.

si
Recensione №6

Di anfiteatri ne abbiamo visti molti, sia i Italia che allestero, ma questo, seppur meno famoso di altri, è sicuramente quello che colpisce maggiormente per i suoi sotterranei, perfettamente conservati e scenograficamente disseminati di colonne, iscrizioni e fregi. Ad agosto, quando lo abbiamo visitato, in tutto saremo stati in 5-6 persone...Vale la pena di fare il biglietto cumulativo per lintera zona (8 euro anzichè 4), così potrete visitare anche altre location eccezionali con lo stesso biglietto.

Po
Recensione №7

Il secondo in grandezza, dopo il Colosseo e prima di Capua, 3 anelli, il primo per gli imperatori ed il loro seguito, il secondo per i ricchi ed il terzo per il popolo. Nellarena sono presenti dei passaggi da sopra a sotto che permettevano la salita di animali, gladiatori, schiavi. Si possono ancora vedere pavimentazioni originarie, i luoghi dove erano siti i vari cancelli, scale e cisterna. Inoltre è presente anche la cappella di San Gennaro: durante le persecuzioni venne condannato ad essere sbranato dai leoni, che invece si inginocchiarono. Poi venne comunque martirizzato. Purtroppo la cappella non è visitabile per ora, come anche unala intera dellarena. A novembre 2019 inizieranno i lavori e si spera sistemino ed aprano tutto entro la fine del 2020. Ringrazio vivamente il signor Gaetano, che ci ha accompagnato in tutta lescursione. Purtroppo la manutenzione è scadente, pochi fondi e poca volontà di renderlo turistico, come tutti i siti archeologici nellarea. 4€ entrata singola, 8€ combinata con gli altri 4 siti dei campi flegrei.

Da
Recensione №8

Posto storico del periodo romano. Incantevole e suggestivo. Piacevole passeggiata nel verde e nella storia.

Li
Recensione №9

Bellissimo sito archeologico, peccato un po lasciato andare. Da visitare assolutamente.

Ro
Recensione №10

È bellissimo soltanto che andrebbe valorizzato molto di più. Un po come larena di Verona, il Colosseo ... invece lanfiteatro Flavio sta li in silenzio aspettando che qualche turista di passaggio e curioso gli facci visita.

Gi
Recensione №11

Peccato che non si possa salire nel secondo piano e che buona parte sia chiusa. Meritano i sotterranei

Yu
Recensione №12

Bellissimo Amfiteatro Romano, interessante e in buone condizioni,ben salvato. Assolutamente da vedere. Foto escono eccellenti)

Or
Recensione №13

Uno dei posti più belli dal punto di vista paesaggistico e storico/ archeologico...rappresenta il terzo anfiteatro di epoca romana edificato sotto limperatore Nerone in Italia..

Fa
Recensione №14

Per un appassionato di archeologia greco romana è sicuramente un sito imperdibile, anche se lo stato in cui verte la struttura non le rende giustizia. Quattro stelle soltanto per la storia che incarna. Cè molto di meglio nelle immediate vicinanze

Ni
Recensione №15

Biglietto singolo un po caro 4€, il cumulativo costa 8€.Tenuto bene nonostante sia pieno di roba vecchia. Se non avete mai visto un anfiteatro ne vale la pena.

Gi
Recensione №16

È davvero raro trovare un anfiteatro sopravvissuto così bene ai secoli trascorsi. Davvero una piccola perla che bisogna assolutamente esplorare; soprattutto i sotterranei.Sarebbe carino se ogni tanto facessero qualche spettacolo o ricostruzione storica.

Pa
Recensione №17

Andateci! visitarlo sarà una piacevolissima scoperta. I sotterranei sono un opera di ingegneria incredibile. Con tutti i capitelli e le colonne che si sono poggiate per terra il Louvre ci farebbe una mostra da 1milione di visitatori. Il tutto a 4 euro

Ci
Recensione №18

L Anfiteatro é ben tenuto. Non cè una visita guidata, né tantomeno un opuscolo didattico da consultare.

El
Recensione №19

Lanfiteatro di Flavio situato a Pozzuoli, in provincia di Napoli è un sito archeologico. Grazie alla possibilità di visitare non solo larena sovrastante ma anche poter scendere nei sotterranei dove allepoca si trovavano i gladiatori e le bestie feroci impegnate nei combattimenti, qui potrete davvero provare unesperienza unica, limmersione nel passato.

Re
Recensione №20

Una meraviglia.Ancora una volta si rimane stupiti dalla maestria delle lavorazioni e dalla maestosità delle strutture romane.

da
Recensione №21

Location fantastica per eventi musicali. Grande duetto. Siete fantastici.....Massimo Moriconi e ....

Lu
Recensione №22

Dovrebbe essere nominato una delle sette bellezze del mondo. Un peccato che sia difficile entraci ed il personale non è molto organizzato

CH
Recensione №23

Bellissimo anfiteatro. Peccato x la manutenzione.Posti come questo dovrebbero essere tenuti per quello che sono: autentici gioielli.

En
Recensione №24

Il nostro paese è una miniera di testimonianze. Abbiamo una ricchezza infinita.

Ra
Recensione №25

Il 3 anfiteatro romano, dopo il Colosseo e l anfiteatro di Capua, per grandezza.

Ma
Recensione №26

Anfiteatro Flavio luogo antico e suggestivo, bellissimo reperto archeologico invidiato da molti ,a mio avviso potrebbe essere valorizzato molto di più,ma...

Da
Recensione №27

Grandioso, immenso e conservato alla perfezione. Lanfiteatro Flavio è un gioiello di archeologia tutta Puteolana. I sotterranei sono un qualcosa di fantastico, e lintero sito merita di essere visitato. Lo consiglio caldamente!

Al
Recensione №28

Anfiteatro romano,spettacolare vedere questi antichi stadi che dopo duemila anni ancora hanno un fascino.

Pa
Recensione №29

La nostra storia.... Pozzuoli unica e piena di ricchezze... più pubblicità per renderle giustizia....

Ca
Recensione №30

Anfiteatro ristrutturato nel 1977 con lavori di messa in sicurezza e per agevolare laccesso, anche se ci sarebbe altro da fare. Credo sia un peccato vedere pezzi di statue, colonne e capitelli esposti in tal modo al pubblico a rischio di essere danneggiati o portati via. Ci sono comunque i guardiani che girano ma penso non basti. Per il resto, è unarea tenuta abbastanza bene. È possibile parcheggiare tranquillamente in strada o in qualche parcheggio nei pressi del sito.

Ma
Recensione №31

Storia, arte e cultura in un solo luogo,vera meraviglia

Iv
Recensione №32

È uno dei quattro siti visitabile con il biglietto unico dei campi flegrei a Pozzuoli e vale la pena di andarci. Lanfiteatro non è in ottimo stato ma si può intuire quanto sia stato importante in passato. Nei suoi sotterranei ci sono molti reperti e pannelli illustrativi ed è molto scenografico.

Ne
Recensione №33

Anfiteatro Flavio,costruito sulla grande terrazza superiore della città,risale alla metà del I aC ed era il più importante monumento pubblico posto sulla direttrice viaria della Domiziana,che collegava Roma con i campi Flegrei.Era in grado di ospitare circa ventimila spettatori e mantiene ancora il piano dellarena dove avvenivano i giochi ed i corridoi e la sale inferiori dove si preparavano i gladiatori e gli animali.

An
Recensione №34

Posto stupendo per chi ama la storia. Unico appunto, mancava una guida e ci siamo dovuti affidare a quanto riportato dai totem

GA
Recensione №35

Un luogo con una grande storia, che non ti aspetti, e soprattutto non ti aspetti che sia così bello e suggestivo quando scendi sotto. Molto importante andarci con una guida, come ho fatto io. A Napoli ci sono varie organizzazioni con guide veramente preparate ed anche molto simpatiche...... insomma una visita molto piacevole.

Ma
Recensione №36

Ho visitato lanfiteatro come ultimo tra i siti previsti dal biglietto cumulativo da 8 € del parco dei campi Flegrei (Cuma, Castello e museo di Baia, Terme Augustee di Baia e anfiteatro Flavio di Pozzuoli). Potrebbe essere arricchito da più pannelli esplicativi, o di una mostra per informare i visitatori. Fortunatamente avevo già letto ed approfondito prima della mia visita. L’anfiteatro Flavio (Neroniano, Nerone subì la pena della DAMNATIO MEMORIE ed il suo nome fu cancellato dalle opere che fece costruire) è il terzo anfiteatro più grande mai costruito dai romani. Come si legge su quattro pannelli in marmo posti agli ingressi, le spese per la sua costruzione furono sostenuti dall’erario cittadino, «Colonia Flavia Puteolana Pecunia Sua». Il primo anfiteatro di Puteoli detto anfiteatro repubblicano e precedente all’epoca imperiale si trova ancora oggi inglobato in case e tagliato a metà dalla ferrovia. Forse fu costruito dagli stessi architetti del Colosseo. La sua maestosità è visibile in alcuni affreschi conservati nel museo archeologico di Napoli. I suoi tre livelli, ima, media e summa cavea, potevano ospitare 40000 persone. Nei sotterranei cerano le macchine scenografiche, carrucole e ascensori che trasportavano persone e animali dai sotterranei all’arena. La leggenda-storia di San Gennaro ed altri martiri si lega a questo anfiteatro in cui fu portato per essere ucciso dalle bestie feroci, che invece lo risparmiarono. Il dipinto di Artemisia Gentileschi, che ho visto nel Duomo di Pozzuoli raffigura questa scena. Nell’anfiteatro sorge ancora un’antica cappella detta “Carcere di San Gennaro” realizzata nel ‘600 per ricordare l’ultima prigione dei santi Gennaro, Procolo e Sossio prima del martirio ma è chiusa al pubblico. A quanto pare i sotterranei si sono ben conservati in quanto furono ricoperti di materiale e terra per utilizzare la parte centrale come campo di una masseria. Oggi sulle scalinate nidificano gabbiani.

da
Recensione №37

Bellissimo da punto di vista architettonico ,una testimonianza dell grande impero romano e di cio che fu

Gi
Recensione №38

Uno dei pochi monumenti dellantichità in cui si può prercepire forte latmosfera della Roma imperiale grazie allassenza di turisti, alla maestosità dellopera e alleccezionale stato di conservazione dei sotterranei, aspetti difficilissimi da trovare. I contadini del Medioevo, per esigenze abitative, smaltirono le colonne e i capitelli che in origine ornavano il terzo anello, proprio nei sotterranei, e lì sono ancora adesso.

Ma
Recensione №39

Superate le difficoltà di parcheggio si può godere dei diversi piani di cui è composto e toccare quelle pietre secolari.

Me
Recensione №40

Posto bellissimo... Dovrebbero aprire qualche altro passaggio per consentire una visita più approfondita.

Mi
Recensione №41

Un complesso monumentale davvero ben conservato, uno dei più grandi dItalia, poco conosciuto forse perchè è mal gestito dalle autorità turistiche locali. Con il prezzo del biglieto di appena 4 euro e possibile visitare nellarco di 48 ore altri siti archeologici della zona flegrea tra cui il museo del castello di Baia. Oltre allarena la parte più interessante del sito sono sicuramente i sotteranei. E inoltre facilmente raggiungibile con la linea 2 della metro e con i bus.

Fe
Recensione №42

Il luogo è bello ma bisogna migliorarlo nella segnaletica logora e permettere laccesso alle gradinate ora chiuse per pericolo. Bellissimi i sotterranei.

gi
Recensione №43

Molto interessante, con guida, conoscere le storie dei g la sciatori.

Sa
Recensione №44

E possibile sapere da chi è gestita la meravigliosa struttura?

ch
Recensione №45

Lanfiteatro meglio conservato al mondo !! Si puo visitare il livelo inferiore sotto il palcoscenico. Un esperimento speciale e stupente.Con il biglietto di 4 € sono compresi le visite delle terme di Baia il castello di Baia cioè un museo e larea archeologica di Cuma e il biglietto è valido per 2 giorni

Fr
Recensione №46

Stupendo altro che Colosseo. Ma dovrebbe essere tenuto meglio, offerti servizi. Se stava in America ci avrebbero fatto i miliardi, qui fattura mille lire. È molto comodo arrivarci in quanto la metropolitana di Pozzuoli è a 5 minuti a piedi. Inoltre è possibile abbinarci la visita al Tempio di Serapide. Andate a visitarlo e il Comune migliori i servizi.

Da
Recensione №47

Bellissima esperienza , il posto e molto suggestivo ma un pò trascurato; non cè la possibilità di avere una guida.

Sa
Recensione №48

È un centro di grande Cultura peccato che come al solito difetta di un pò di manutenzione

Fr
Recensione №49

Un anfiteatro che mi ha fatto emozionare: è stato come entrare nel mondo dei gladiatori... Conservato bene ma andrebbe valorizzato molto di più.

Gi
Recensione №50

Un salto nella storia a un passo da casa! Uno dei più grandi anfiteatri del mondo.

Co
Recensione №51

Antico monumento di epoca romana, molto bello, peccato che nn è gestito benissimo. Potrebbe essere meta di numerosissimi visitatori.

An
Recensione №52

Veramente notevole, ben conservato e ricco di reperti. Molto suggestiva la parte sotterranea dove parti di colonne e capitelli offrono scorcied effetti veramente notevoli. Peccato manchi un bookshop con pubblicazioni e materiale informativo.

Na
Recensione №53

Un tuffo nel passato da visitare peccato che non vi sia la valorizzazione giusta

An
Recensione №54

Sito archeologico ben curato, una piccola chicca di Pozzuoli..Consiglio di visitarlo!!

Be
Recensione №55

Un luogo bellissimo

Pi
Recensione №56

Uno degli esempi di mala gestione del patrimonio pubblico. Uno tra i più grandi anfiteatri romani lasciato allabbandono completo. Si spettano forse i soldi per una ristrutturazione complessiva, così alla tavola bandita mangeranno in tanti, quando basterebbe così poco imparare a valorizzare manutenendo con molti meno soldi un bene prezioso come questo. Qualcuno dovrebbe vergognarsi.

Al
Recensione №57

Li dove la storia degli anfiteatri romani ha avuto inizio... Emozionante

Ma
Recensione №58

Queste ns risorse dovrebbero essere valorizzate maggiormente.. è bellissimo!

So
Recensione №59

Un bellissimo anfiteatro in ottimo stato di conservazione almeno la parte sotterranea. Peccato che è poco conosciuto e visitato

St
Recensione №60

Noi labbiamo trovato stranamente poco frequentato, mentre in realtà è molto interessante da visitare.

ca
Recensione №61

Stupendo come le altre opere di epoca romana, se fosse curato sarebbe uno spettacolo, purtroppo a differenza di opere archeologiche estere, in Italia si lasciano alla mercee...... Facilmente accessibile e situato in un punto abbastanza semplice da raggiungere.

Fr
Recensione №62

Un immersione totale nella storia, suggestivo e affascinante. Peccato soltanto per il fatto che sia un po lasciato a sé e non valorizzato. Potrebbe essere al pari, se non più bello del Colosseo

Gi
Recensione №63

Terzo più grande Teatro romano in Italia

El
Recensione №64

Un posto unico(niente da togliere al Colosseo) ,ma comunque meglio conservato in certi aspetti .Il terzo tra i più grandi anfiteatri romani.Da visitare assolutamente anche altri monumenti storici in città.Ce ne sono veramente tanti !

Ca
Recensione №65

In pochi istanti e senza dover lavorare troppo di fantasia perché quasi completamente integro, ti trovi catapultato nel passato tra statue e colonne che ti danno un chiaro riferimento alla maestosità della struttura, suggestivi sotterranei visitabili, necessiterebbe di maggiore cura e valorizzazione vista la bellezza e l’interesse storico culturale del sitoDa non perdere

Mi
Recensione №66

E un bellissimo sito archeologico dove poter scoprire le bellezza di una civiltà antica .. e un posto organizzato dove nella massima tranquillità ci si immerge nella antica storia italiana... viene visitato da molti turisti provenienti da molte parti del mondo nonostante non sia molto pubblicizzato come altri siti archeologici... da visitare assolutamente e bellissimo... ottimo

mi
Recensione №67

Lanfiteatro è molto bello, se si pensasse ad una maggiore valorizzazione sarebbe eccezionale

Se
Recensione №68

Meraviglioso. Assolutamente da visitare

An
Recensione №69

Ha delle potenzialità immense. E dovrebbe essere valorizzato e mantenuto a livelli di bellezza che merita.

Da
Recensione №70

È il 3 anfiteatro dopo il Colosseo e quello di Capua e io lo trovo sconosciuto e abbandonato a se stesso dal 1977 (anno dei restauri). Ha i sotterranei meglio conservati di tutti gli anfiteatri. È fantastico come sito archeologico e metto 4 stelle solo perché ci vorrebbe delle restaurazioni del sito.

Pi
Recensione №71

Difficile trovare lingresso, però sito archeologico molto bello, nonostante la trascuratezza dellorganizzazione visita.

Ma
Recensione №72

Uno dei pochi anfiteatri rimanenti in Italia, un vero spettacolo per gli occhi, assolutamente da vedere se si passa per Pozzuoli

Oa
Recensione №73

Un sito archeologico abbandonato,in dieci minuti si riesce a visitare tutto.L anfiteatro e invaso da gabbiani immensi che fanno paura come nel film di Hitchcock.Parte del sito e chiuso .L ingresso costa 4 euro o 8 euro per vedere altri 3 siti : castello di Baia,Cuma e le terme di Baia.Il posto e facilmente raggiungibile ma ci sono le difficoltà con il parcheggio.

Ne
Recensione №74

Eccezionale speciale! Il più grande e bello dopo il Colosseo

Ar
Recensione №75

Il passato spesso ci spiega il presente

En
Recensione №76

Da visitare

Gi
Recensione №77

Pozzuoli, una sorpresa. Anfiteatro terzo dopo il Colosseo e quello di Santa Maria Capua VetereUn must per gli amanti della archeologia.Da non perdere il Rione Terra.

Si
Recensione №78

Sotterranei bellissimi e benissimo conservati. Organizzazione del sito migliorabile

Da
Recensione №79

Bisogna vederlo con gli occhi increduli e la fantasia di un bambino per essere catapultati direttamente nellantichità romana, magari proprio nel momento iniziale dei giochi gladiatori.Oppure ci si può immergere con piglio romantico nel paesaggio decadente di questantichità sopravvissuta allombra dei pini mediterranei. Semplicemente è meraviglioso!Colonia Flavia Augusta/Puteolana Pecunia Sua - la colonia costruì a sue spese - questa è lepigrafe che fu ritrovata su una delle porte dingresso; e la dice lunga sulla fierezza di quella gente di allora.I coloni puteolani in realtà venivano da ben più lontano: nel 531 a.C. approdarono sulla costa flegrea alcuni profughi provenienti da Samo che, sfuggiti alla tirannide di Policrate, fondarono con il consenso dei Calcidesi di Cuma, la città di Dicearchia (in greco giusto governo); i Romani, che la conquistarono secoli dopo, le diedero poi il nome di Puteoli.Questo breve inciso storico per rivelare il fortuito apparire - anche tra le attuali rovine - dellepico ma sempre vivido legame con la greca terra di origine, in una quanto mai originale e allo stesso tempo antica forma: due bellissimi esemplari di arti inferiori! E sono questi a mettere in collegamento luoghi apparentemente così distanti.Provate infatti a cercare in un motore di ricerca: greek-feet-heraion-samos vi appariranno così - con un impressionante parallelismo - alcuni dei ben più famosi resti del tempio Heraion di Samos (sito Unesco), tra cui appunto due estremità inferiori scolpite nella pietra e un po malandate, allo stesso modo come lo sono quelle del bellissimo reperto numero 1515, posato sulla base di un capitello nel nostro anfiteatro puteolano (cercate tra le foto di questa recensione oppure guardate direttamente allingresso del sito archeologico).Speriamo infine sottraggano - come merita! - il reperto alle intemperie, gli dedichino magari una migliore esposizione e lo propongano finanche per un gemellaggio culturale con le bellissime rovine di Samo e con la gente dellisola, visto che da loro discendiamo; dalle loro navi, noi con i loro piedi!

Ni
Recensione №80

Bello. Linterno potrebbe essere tenuto meglio.

ma
Recensione №81

Ben conservato ci si immagina facilmente come poteva funzionare.consigliato vivamente

Sa
Recensione №82

Nudi di gabbiani sugli spalti e uova in schiusa.... Il gioco della vita nei luoghi dove il divertimento poteva avere connotati mortali!

Pa
Recensione №83

Io mi chiedo come si fa a costruire degli edifici attorno ad un gioiello come questo, è assurdo. Bisognerebbe valorizzarlo costruendo attorno un bel parco, delle strutture che valorizzino questo patrimonio storico, architettonico. Propongo di radere al suolo gli edifici intorno, costruendo altri edifici in unaltra zona. E da queste situazioni che si coglie la verità della storia dItalia, una storia politica fatta dalla cura degli interessi personali prima di ogni altra cosa

Fr
Recensione №84

Sito spettacolare

Nu
Recensione №85

Lavevo visitato gia anni fa. Mi ha dato la sensazione di essere un po abbandonato a se stesso. Spero che facciano qualcosa per attrarre i turisti. Comunque il sito e da visitare ed e un vero anfiteatro romano.

La
Recensione №86

Bello, senza altro da visitare.

Al
Recensione №87

Una favola ..peccato che non sia tenuto come merita

Ro
Recensione №88

Luogo incantevole

Wa
Recensione №89

Sito archeologico ben conservato . In modo particolare la parte sotterranea è disposta in modo ordinato e merita sicuramente una visita.

lu
Recensione №90

Bel luogo, importante, di gran valore storico ma poco valorizzato. Peccato perché meriterebbe molta più attenzione essendo il terzo anfiteatro romano più grande al mondo.

Cr
Recensione №91

Pozzuoli forse lunica città che godeva dj due anfiteatri. Questo è il maggiore, terzo per dimensioni di tutto limpero romano. La visita è obbligatoria se si passa per Pozzuoli! Visitabili anche i sotterranei.

Al
Recensione №92

Secondo solo al Colosseo. Peccato che la sponsorizzazione e la manutenzione non sia delle migliori, potrebbe attrarre fiumi di turisti.

Fa
Recensione №93

Testimonianza importantissima dell ingegno degli antichi puteolani. Particolarmente interessante la visione dei sotterranei, le quinte dellanfiteatro, in cui la macchina organizzativa lavorava per la buona riuscita degli spettacoli. Affascinante la distesa di spezzoni di colonne e capitelli, afferenti allanfiteatro, che in tempi relativamente recenti fu trasportata allinterno dei sotterranei dagli abitanti della zona come scarto inutilizzabile del complesso dei marmi della struttura. Come relitti sottomarini, sembrano affiorare dalle profondità della terra. Scarti medioevali che diventano tesoro archeologico.

Fr
Recensione №94

Bellissimo afiteatro non sempre aperto però spettacolare proprio all interno della città di Pozzuoli.. Sembra quasi nascosto tra un palazzo e l altro

vi
Recensione №95

Cosa dire: la storia. Il terzo anfiteatro dellera romana, costruito tra il periodo dei Flavii e la famiglia di Nerone. Struttura bellissima, conservata bene, a testimonianza dellimportanza di Puteoli. Immancabile la visita!

Di
Recensione №96

PORTARE CON SE UN FIGLIO E SPIEGARE PERCHE LUOMO HA RITENUTO UTILE FARE QUESTA COSTRUZIONE....E LA MIGLIORE GIORNATA CHE TU POSSA PASSARE CON LORO

Pa
Recensione №97

Visitare lanfiteatro regala straordinarie sensazioni, un tuffo nel passato e nelle nostre antiche radici. Conservatosi magnificamente nel corso di duemila anni, poiché interratosi completamente dalloblio dei secoli e delle genti, ci restituisce scenari, scorci e prospettive di abbagliante, poetica, pittoresca bellezza. Sembra quasi di percepire, dietro un sottile e impenetrabile squarcio di velo, lodore della polvere e delle battaglie gladatorie, il fragore dell acqua che invade larena per allestire limminente naumachia, la battaglia navale che si inscenava drammaticamente, tra ali di folla urlante, sotto limplacabile sole estivo delle nostre terre. Da non perdere e da mostrare alle giovani generazioni.

Da
Recensione №98

È il terzo anfiteatro in ordine di grandezza dItalia, e la prima impressione è stata pessima. I gradoni con lerba alta sono i nidi dei gabbiani, nn so se li lasciano così per non disturbarli o per semplice trascuratezza ......poi si scendono le scale e ci si ritrova sotto lanfiteatro e a parte la rigenerante sensazione di frescura che ti avvolge, vieni preso dallemozione, e ogni volta la stessa domanda: ma come hanno fatto a costruire ste meraviglie....e perché noi non siamo capaci di valorizzarle.....

Ma
Recensione №99

Bel monumento da visitare

fr
Recensione №100

Pieno di storia

Informazione
100 Fotografie
100 Commenti
4.5 Valutazione
  • Indirizzo:Corso Nicola Terracciano, 75, 80078 Pozzuoli NA
  • Telefono:081 526 6007
Categorie
  • Attrazione turistica
  • Parco
  • Sito archeologico
Ore lavorative
  • Lunedi:09–15
  • martedì:09–15
  • mercoledì:09–15
  • giovedi:09–15
  • Venerdì:09–15
  • Sabato:Chiuso
  • Domenica:09–15
Organizzazioni simili