user
Fontana delle Tette
C. del Podestà, 11, 31100 Treviso TV


Commenti
Gi
Recensione №1

Uno dei monumenti più rappresentativi del capoluogo della marca. Ma qualè la sua vera storia.Era il 1559 quando lallora podestà di Treviso, Alvise Da Ponte, fece costruire questa singolare statua in seguito ad una forte siccità che aveva colpito il territorio.Durante tutta lepoca veneziana (fino al 1797) la statua fu collocata allinterno del palazzo pretorio. Ogni anno per celebrare lelezione dei podestà, per 3 giorni veniva fatto sgorgare da uno seno vino bianco e dallaltro vino rosso, cosicchè tutti i cittadini potessero bere liberamente... una sorta di ombralongaLe truppe napoleoniche vedendola come un simbolo del potere locale la danneggiarono gravemente e per lungo tempo la statua andò perduta. Fu ritrovata dellabate Luigi Bailo che la inserì nel Museo Casa da Noal.Attualmente una copia della statua, ricostruita nel 1989 dallo scultore peruviano Miguel Miranda Quinones è situata nel cortile di palazzo Zignoli, accessibile dalla galleria che collega il Calmaggiore alla piazzetta della Torre e alla calle del Podestà.Ciò che resta delloriginale potete ammirarlo nella loggia sotto il Palazzo dei Trecento.

To
Recensione №2

Riproduzione della storica fontana che faceva bella mostra di sé fino a qualche anno fa. La fontana dalla forma assai particolare, in passato offriva una particolarità in più, poiché allepoca sgorgava vino nei giorni di festa. Luogo molto tipico da visitare per farsi una bella foto ricordo accanto una fontana più unica che rara.

pa
Recensione №3

Angolino nascosto nel cuore di una bella città .

Mi
Recensione №4

Posta in una caratteristica piazzetta, questa fontana rappresenta una donna a mezzo Busto che con le mani sorregge il seno, dal quale esce l acqua.. Questa fontana è del 1559 e voluta dal Podestà di Treviso, facente parte all epoca della Serenissima Repubblica. La particolarità è che per festeggiare il nuovo podestà per 3 giorni la fontana faceva uscire da un seno il vino rosso e dall altro il bianco.. Quella che si ammira oggi è una copia in quanto l originale è fortemente danneggiata

Cr
Recensione №5

Non è loriginale, quella è in piazza dei signori e come luogo da visitare è un po piccolo, ci sono solo due panchine ma lo spazio è ben sfruttato. Acqua onesta, sempre fresca

Ki
Recensione №6

Molto bella.Storica fontana da cui il seno usciva vino bianco da un lato, e vino nero dallaltro durante le festività.

Fa
Recensione №7

Sebbene loriginale sia altrove, questa copia è indubbiamente una curiosità da vedere e fotografare nellambito di una visita alla città.

En
Recensione №8

Treviso e sempre suggestiva , anche con il covid. Secondo me questa estate il centro e più accogliente e sembra di essere in un salotto in tutti i vicoli , con tutti i tavolini sparsi qua e la, dei bistrot e bakeri. STUPENDA TREVISO!!!!!!

Da
Recensione №9

Mi hanno accompagnato a fare un giretto a Treviso e mi hanno mostrato questo angolo tipico della città! Da vedere assolutamente! :-)

Va
Recensione №10

Bella fontana in piazzetta. originale snella sottoportico di palazzo dei trecento

Fr
Recensione №11

A Treviso si possono trovare luoghi più caratteristici e pittoreschi.

Di
Recensione №12

È il 1559 quando il podestà della Repubblica di Venezia in seguito a una forte aridità che colpì la città e la campagna circostante ordinò di costruire una fontana in marmo dall’aspetto singolare: il corpo spoglio di una donna a mezzo busto il cui abbondante seno era strizzato dalle mani della statua stessa. Ma alla decisa stretta sui capezzoli che sicuramente era fonte di attrazione per i passanti (la popolazione maschile si senta pure chiamata in causa) si aggiunge una novità alquanto particolare, vino rosso e bianco fuoriusciva rispettavamente da una e dall’altra mammella della donna ristorando così passeggeri e non. Ad oggi esce acqua, potabile

al
Recensione №13

Lemblema più classico di Treviso, migliaia di visite, centinaia e centinaia di foto rappresentative la storia che da un seno sgorgava vino bianco dallaltro vino rosso nelle vendemmie, da dove i trevigiani potevano attingere gratuitamente per giorni e giorni...

El
Recensione №14

Se passi da Treviso non puoi non vedere questa fontana storica immersa nel cuore della città

Pa
Recensione №15

Pittoresco luogo pubblico in cui ammirare ununica particolare scultura

Sa
Recensione №16

Fontana particolare,peccato che si trova in una piazzetta circondata da negozi

Fe
Recensione №17

Purtroppo questa riproduzione della fontana originale è stata posta in un luogo molto discreto. Ma così vale anche la ricerca del suo nascondiglio

Do
Recensione №18

Fontana particolare e situata in una piazzetta molto suggestiva. Da vedere

Gi
Recensione №19

Posto particolare da visitare di Treviso. Molto bello.Si può leggere la storia e seguire i vari percorsi.

Ma
Recensione №20

Piccolo e caratteristico angolo di Treviso

ti
Recensione №21

Peccato le vetrine commerciali intorno

Ma
Recensione №22

Sempre bello conoscere una parte dellItalia storica, sapere il significato duna fontana con la prospettiva dellabbondanza, che è il significato dellacqua che esce del seno, che una volta era lì che usciva vino bianco e rosso... fatta per festeggiare la fine del periodo di siccità che colpì Treviso e la sua campagna

Fr
Recensione №23

Non particolarmente bella ma simpatica presenza in un cortiletto nascosto in pieno centro.Loriginale è del 1559, ed allinizio, per tre giorni di festa ogni anno, offriva al popolo vino bianco e nero dai due seni, quella ora visibile è una recente ricostruzione e fornisce ristoro con acqua fresca.Vale unocchiata ed una foto souvenir.

lo
Recensione №24

Treviso bella città e la fontana è in una piazzetta un po difficile da trovare

Gu
Recensione №25

Grande curiosità per questa originale statua. Treviso vale una visita

LA
Recensione №26

Goliardica testimonianza di una curiosa vicenda storica di Treviso, risalente allepoca rinascimentale. Questa singolare fontana fu donata alla città dal Podestà della Serenissima Repubblica di Venezia, dopo un periodo di forte siccità. In occasione di particolari festeggiamenti, però, non era lacqua a zampillare, bensì il vino, bianco e rosso. Facile immaginare la soddisfazione dei trevigiani, che potevano dissetarsi gratuitamente, con una bevanda inebriante, che sgorgava dai seni di una donna marmorea di generose proporzioni! Quella attualmente funzionante, collocata nel cortile di Palazzo Zignoli, è in realtà una copia di recente realizzazione. La statua originale, seriamente danneggiata dalle truppe napoleoniche, è esposta in una teca, sotto la Loggia del Palazzo dei Trecento. Suggestivo tuffo nel passato.

Lo
Recensione №27

Che dire?Se uno si trova di fronte un busto femminile dalle cui turgide poppe, da un lato zampilla vino bianco e dallaltra vino rosso non può che vedersi svoltata la giornata.Peccato solo che ora esca un insapore liquido trasparente che da quanto mi dicono si chiami acqua!

Ca
Recensione №28

Un bel ristorantino, la Signora Fausta è molto gentile, ho mangiato i spaghetti alla amatriciana che erano molto buone come anche il bicchiere di vino rosso. Il piatto era abbondante, il prezzo molto economico. Diventerà la mia pizzeria fissa, ogni volta che verrò a Treviso. Da consigliare assolutamente

Al
Recensione №29

La gita a Treviso ha sorpreso per le strette vie e le belle piazzette. Poi ci sono sorprendenti statue che descrivono come anche a suo tempo luomo apprezzava in modo particolare le bellezze della natura. E noi ringraziamo e confermiamo anche ai giorni nostri...certe idee rimangono attualissime

Ri
Recensione №30

Un angolino nascosto dell’ accogliente città di Treviso!!! Una tappa da non perdere ....

Ca
Recensione №31

La curiosa fontana è una copia in pietra dIstria dellantica origianale conservata sotto il Palazzo dei Trecento. La fontana originale (del XVI secolo) è stata mutilata nel 1797 dai soldati napoleonici. Molte sono le leggende legate alla tradizione popolare... ma questa è unaltra storia...

An
Recensione №32

Situata vicino piazza dei Signori. È una riproduzione. Si dice che da una tetta usciva vino bianco e dallaltra vino scuro. Posta in uno spiazzo con due panchine ai lati, luogo di riposo e suggestivo.

Ma
Recensione №33

È una fontana affascinante soprattutto se si pensa al suo valore storico. In determinati periodi dal seno della fontana usciva vino, ad esempio quindi veniva eletto un podestà. Quella che si può ammirare è una copia delloriginale che si trova il portico del Palazzo dei Trecento.

Gi
Recensione №34

Un attrazione molto bella nascosta in un angolo di città da scoprire. Fuori dai classici percorsi turistici. Si dice che on passato il seno versasse vino rosso da una parte e vino bianco dallaltra.Si tratta di una riproduzione. Loriginale si trova allinterno di una teca nella loggia sotto al palazzo dei trecento.

Ri
Recensione №35

Caratteristica immutata di Treviso.

D
Recensione №36

Una storia Trevigiana legata al vino , interessante curiosità ;Una lapide nel cortile di palazzo Zignoli ricorda:«Si trova all’inizio del Calmaggiore e così l’ha descritta Matteo Sernagiotto (1810-1888):…vaga donna marmorea sovra conca marina con ambe le mani stava spremendosi le turgide poppe, e due vivi zampilli d’acqua cristallina, mercé industre congegno di ruote, tolta al vicino Cagnano, offrivano abbondante liquore alle case e botteghe circostanti. Alvise Da Ponte pretore, in seguito a straordinaria siccità, la costruiva nel 1559, e da quel tempo fino alla caduta della Veneta repubblica, ogni anno per tre giorni di seguito, a festeggiare l’ingresso del nuovo Podestà, quella fontana gettava dall’una poppa pretto vin bianco, e nero dall’altra, a sollazzo del popolo esultante… Ricostruita nel 1989 dallo scultore peruviano Miguel Miranda Quinones»

Gi
Recensione №37

Simpatica fontana un po simbolo della città di Treviso. In età Rinascimentale, ad ogni cambio di podestà (governatore) vi si faceva scorrere anche vino.

Gi
Recensione №38

Tanta roba

Ca
Recensione №39

Simpatico e suggestivo angolino

Gi
Recensione №40

Bella la statua

Lu
Recensione №41

Particolare Fontana. Alquanto difficile da trovare come ubicazione poiché allinterno di una galleria di negozi che alla sera viene chiusa. Curiosa la sua storia

Ca
Recensione №42

Splendido monumento che ricorda la Treviso di secoli fa. Dalle tette sgorgava vino genuino per allietare nei momenti di grande festa il popolo tutto. Da visitare

Mi
Recensione №43

Come nn mettere 5☆ ad uno dei posti più conosciuti di Treviso.Posto sempre pulito ed ordinato per i visitatori

Ro
Recensione №44

Statua storica di Treviso. E decisamente la più lucida visto i vari siparietti più o meno comici che la circondano ogni giorno. Cmq è sicuramente un luogo fresco e abbastanza riparato da sguardi indiscreti

Le
Recensione №45

Lacqua era buona!..... peccato per la vetrina enorme dietro la statua che rovina latmosfera di questangolo di Treviso.

Lu
Recensione №46

Crea molto divertimento questo busto di donna che butta acqua dai capezzoli. Non è la statua originale che si trova esposta in una sorta di teca in piazza dei Signori ed è mutilata. Curiosa la sua storia, da leggere, che si trova lì scritta.

Ma
Recensione №47

Bellissima città

Lu
Recensione №48

Luogo caratteristico, da visitare

El
Recensione №49

Un luogo inaspettato.Stavo passeggiando per Treviso e lho trovata quasi per caso... una fontana davvero particolare

Lu
Recensione №50

Statua di caratterizzazione storica, si narra sgorgasse vino gratuitamente per tutti. E una copia perche loriginale danneggiata durante le guerre e posta sotto il Palazzo dei Trecento.

Cl
Recensione №51

Un posto da visitare se vai a Treviso!

St
Recensione №52

Simpatica fontana. Sta dentro a un cortiletto in un vicoletto a fianco di Piazza dei Signori

Te
Recensione №53

Antica fontana caratteristica di Treviso che sotto la dominazione della Repubblica di Venezia spillava vino bianco e vino nero in occasione di particolari festeggiamenti. Quella che si trova adesso è una copia per loriginale è stato danneggiata.

An
Recensione №54

È qualcosa di molto simpatico e particolare. Divertente osservare i turisti metà imbarazzati e metà divertiti che si avvicinano a bere!

De
Recensione №55

Caratteristica fontana, molto famosa. Niente di particolare se non la forma e lambientazione, oltre al fatto che porti fortuna toccarne i seni!

An
Recensione №56

Sempre bella anche se l originale è in una teca sotto il palazzo dei 300.

Pi
Recensione №57

Bella fontana storica di Treviso (una volta da un seno usciva vino rosso)

Ar
Recensione №58

Bellissima. È un piccolo tesoro di nascosto che ha Treviso nel suo centro storico. E circondata dai belli negozi ed è la ricostruzione di quella che originalmente era la fontana delle tete, che si trova in Piazza dei signori.

Cl
Recensione №59

Nascosta e difficile da trovare però molto carina e divertente

Ma
Recensione №60

Simpatica fontanella con una signora petturuta in pietra, dai quali seni sgorga dellacqua fresca.

Fe
Recensione №61

Molto bella la storia, peccato che la fontana venne distrutta parecchie volte durante varie guerre e peccato perché dal suo seno non esca vino come una volta hahaAttenzione ad i turisti notturni! La fontana si trova all’interno di una galleria, e quando questa viene chiusa viene negato l’accesso anche alla fontana! Per questo motivo quest’ultima non può essere vista dopo un certo orario della sera.

Re
Recensione №62

Scultura di donna a mezzobusto da dove un tempo, per segno di prosperità, facevano uscire vino dal seno.

Da
Recensione №63

Da vedere.

Gi
Recensione №64

Peccato per le vetrine alle spalle della fontana.Vetrine belle ma non molto in linea con la fontana

Ri
Recensione №65

Luogo singolare per la statua e per la piccola corte nella quale si trova, non di facile intuizione

Ri
Recensione №66

Un piccolo pezzo di storia trevigiana.

KA
Recensione №67

Difficile da trovare ma suscita suspence

Gi
Recensione №68

Un monumento pieno di storia e ben tenuto una visitina è più che meritata

Gi
Recensione №69

Nascosta in una piazzetta appartata , una fontana con una storia particolare...

Gi
Recensione №70

Molto ironica :)

ti
Recensione №71

Caratteristica della bella Treviso, merita una visita e una bella foto goliardica.

Fe
Recensione №72

Simpatica a vedersi. Un po nascosta... Il navigatore di Google ci arriva molto vicino a piedi ma non in modo preciso

da
Recensione №73

È unantica fontana del 1559 ai tempi della Serenissima. Ogni anno per tre giorni di seguito a festeggiare il nuovo podestà, la fontana gettava da un seno vino bianco e rosso dallaltro fino alla caduta della Serenissima

Ri
Recensione №74

Fontana antica carina da vedere quando si è per il centro di Treviso

Ma
Recensione №75

Una bella piazza ristrutturata in modo perfetto con zona ZTL bello passegiare

Ma
Recensione №76

Bellissima e molto gettonata, tutti fanno una foto almeno.

ug
Recensione №77

Eh si è una meta dobbligo per chi fa un giro a Treviso, un po come la statua di Giulietta a Verona

An
Recensione №78

Allapparenza una statua come tante altre, ma questa ha una simpatica storia legata allelezione del podestà.

pa
Recensione №79

Merita vederla per loriginalità. Unica pecca non é facile trovarla per mancanza di una segnaletica, si trova infatti in un cortile non visibile dalla stradina!

la
Recensione №80

Non e male la pizza e un po troppo sottile sembra una piadina( per il mio gusto e avitudinabitudine) un po rumoroso però nell contesto sono stato bene

Ga
Recensione №81

Nonostante non sia la fontana originale, quella originale si può vedere sotto palazzo dei Trecento, Adoro vederla zampillare acqua dai seni.

Ma
Recensione №82

Le ha più grosse della mia ragazza

Ba
Recensione №83

Rimane un po’ nascosta ed io l’ho trovata un po’ per caso cercando riparo dalla pioggia. La statua è particolare da vedere, sicuramente diversa da ogni fontana che avevo visto prima. Dicono che durante la festa degli Alpini facciamo zampillare vino bianco e vino rosso... sarebbe da vedere :)

Al
Recensione №84

Fontana ricostruita, loriginale si trova a poca distanza ma mutilo. Bellissima, con la spiegazione della storia al fianco, ricca di testimonianze e situata in una piazzetta protetta molto tranquilla e ombreggiata.

sa
Recensione №85

Opera unica, un tempo quando veniva nominato il podestà, per un giorno dalle tette sgorgava vino bianco e rosso per la gioia di tutti coloro che volevano usufruirne

G.
Recensione №86

Non si può rinunciare a visitarla se non conoscete Treviso

Ag
Recensione №87

Bella la statua , ma situata in una posizione poco vivibile

Al
Recensione №88

Belle sode...simil marmo

he
Recensione №89

Posto magico e pieno di arte

Le
Recensione №90

Il posto un po nascosto ma vale la pena andarlo a vedere perché é significato del nome della città (Treviso)

An
Recensione №91

Posto da vedere a Treviso

An
Recensione №92

Quanto NowitsEpic è lo dice il già il nome del luogo. E una delle maggiori attrattive di treviso, e farsi due domande sul perchè non è nemmeno necessario. Must Have

Mo
Recensione №93

Pensando che una volta usciva il vino!Da una parte il rosso del altra il bianco.Ora kn tempo di crisi solo acqua.......

Re
Recensione №94

Affascinante ed al contempo misteriosa.

sa
Recensione №95

In una piazzettina nascosta, fontana storica molto brn conservata

Fa
Recensione №96

Piccola piazzetta interna con questa curiosa fontana con una storia curiosa. Essendo un interno non è facile da trovare, meglio avvicinarsi e poi chiedere.

ve
Recensione №97

Fontana caratteristica situata in una piazzetta molto carina lunica pecca è la segnaletica non molto visibile

fr
Recensione №98

Simpatica statua! Allepoca della Serenissima, allinsediamento del podestà di Treviso, da una poppa usciva vino bianco, dallaltra nero.

Le
Recensione №99

Raccolto nel cuore di Treviso, questo forte simbolo di fertilità sembra quasi dissetare al solo guardare.....

An
Recensione №100

Treviso molto carina con i suoi canali , in questo periodo da visitare solo nelle ore più fresche.

Informazione
100 Fotografie
100 Commenti
4.4 Valutazione
  • Indirizzo:C. del Podestà, 11, 31100 Treviso TV
  • Posto:http://turismo.provincia.treviso.it/
Categorie
  • Attrazione turistica
  • Fontana
Ore lavorative
  • Lunedi:Aperto 24 ore su 24
  • martedì:Aperto 24 ore su 24
  • mercoledì:Aperto 24 ore su 24
  • giovedi:Aperto 24 ore su 24
  • Venerdì:Aperto 24 ore su 24
  • Sabato:Aperto 24 ore su 24
  • Domenica:Aperto 24 ore su 24
Accessibilità
  • Ingresso accessibile in sedia a rotelle:
  • Parcheggio accessibile in sedia a rotelle:No
Servizi
  • Adatto ai bambini:
Organizzazioni simili