user
Musei Civici di Treviso - Sede di Santa Caterina
Piazzetta Botter Mario, 1, 31100 Treviso TV


Commenti
La
Recensione №1

Bellissima mostra quella intitolata Natura in posa! Anche la pinacoteca permanente di Santa Caterina é stata interessante e labbiamo apprezzata anche grazie a una guardia sala che ci ha parlato di alcuni dipinti aiutandoci a capirli meglio!

Al
Recensione №2

Con un divenire continuo verso le migliori soluzioni per un Istituto Museale proiettato verso il miglior futuro. Beni esposti di straordinaria importanza, forse non compresi appieno proprio dai trevigiani! Certamente un apprezzamento anche per la professionalità dei dipendenti del Museo, ed ovviamente per chi dallalto ne gestisce la complessa attività. No non riesco proprio ad esprimere critica alcuna.

LA
Recensione №3

La Chiesa di S.Caterina merita sicuramente la visita .. anche la mostra permanente di preistoria e sopra quella dellarte 700-800.Il costo del biglietto per vedere tutto è di 6 euro, direi onestissimo come prezzo. Nel caso si volesse vedere q.che mostra temporanea si paga q.sa in più, a noi non interessava.

Ca
Recensione №4

Struttura ben tenuta e curata, in cui si possono scoprire curiosità archeologiche e paleontologiche sulla storia della città di Treviso e non solo.Il museo contiene un sacco di materiale interessante, che purtroppo rimane poco pubblicizzato. Un po di promozione in più gioverebbe sicuramente!!

Ra
Recensione №5

Bellissimo museo nel centro di Treviso.Ci sono due chiostri che di per sè meriterebbero una visita, una esposizione permanente, oltre alle mostre temporanee.Ad esempio a gennaio 2020 il museo ha organizzato una mostra sulle nature morte, in rapporto con la fotografia contemporanea.

Ve
Recensione №6

I musei civici di santa Caterina si trovano nel centro storico di Treviso.Ledificio si divide in 4 sezioni: archeologico con un mosaico veramente bello e ben tenuto, artistico con opere del Tiepolo, di Lorenzo lotto, tintoretto e molti altri, una mostra temporanea: io vidi quella sulla natura e fuori, infine la chiesa di Santa Caterina, ex chiesa molto bella.Merita.

Va
Recensione №7

Splendidi musei con mostre interessanti. a novembre apertura anche della chiesa di santa Margherita chiusa da tanto tempo.

An
Recensione №8

Quando sarà possibile andate a visitare il museo, ne vale la pena

Fr
Recensione №9

Location eccellente, una mostra che, con un numero di reperti non eccezionale riesce a mostrare il carattere e la genialità di un uomo che ha sconvolto la scultura del 900...Bellissima lambientazione, ottima la galleria della pinacoteca.Veri tutti i rilievi sollevati per la poca attenzione alle persone con disabilità, ciononostante siamo ad un altissimo livello di qualità per gli oggetti esposti.

Va
Recensione №10

Bellissimi musei civici con chiostro interno. Da visitare.

Re
Recensione №11

Un museo spettacolare, emozionante scoprire così tanta storia sotto i nostri piedi, la galleria dei quadri è enorme, insomma merita dieci volte più pubblicità. Unica pecca, poca illuminazione su reperti romani e preistorici.

Da
Recensione №12

Appena possibile ci vado mi piace ritornarvi volentieri

Ba
Recensione №13

Interessante il Museo di Santa Caterina. Il chiostro si presta anche a piacevoli concerti

Pa
Recensione №14

Stupenda mostra natura in posa....di venerdi mattina poi la si puo gustare al meglio con poca gente

Al
Recensione №15

Molto interessanti e belli i pezzi esposti. Molto bello anche il museo che li ospita.

Ma
Recensione №16

Molto interessante il museo ma anche la mostra presente. Ottima lorganizzazione e le esposizioni.

Ok
Recensione №17

Molto interessante, adatto a ogni età.

Da
Recensione №18

Sede museale della città di Treviso, proposte sempre interessanti!

Lu
Recensione №19

Complesso museale di grande ricchezza, ospitato nei suggestivi ambienti dellex convento di Santa Caterina. Allestimento delle opere ben curato, soprattutto per quel che riguarda la pinacoteca. Molto interessanti le opere del Cinquecento veneto, Lorenzo Lotto e Jacopo Bassano in particolare, e alcuni pezzi del Settecento, tra i quali spiccano i pastelli di Rosalba Carriera e le tele di Sebastiano Ricci e Francesco Guardi. Da non perdere, allinterno della chiesa sconsacrata, i celebri affreschi di Tommaso da Modena con le Storie di SantOrsola.

An
Recensione №20

Sede museale, sede di importanti mostre periodiche che occupa gli spazi della chiesa sconsacrata di Santa Caterina e dellannesso convento di Santa Maria. Costruita nel 1346 sui resti del palazzo dei Da Camino, purtroppo nei secoli ha subito notevoli danni dapprima diventando magazzino sotto Napoleone, proseguendo come deposito (di treni!) sotto gli Austriaci con varie demolizioni e infine subendo bombardamenti nella seconda guerra mondiale. Dopo il 1945 per fortuna la struttura é stata recuperata dal restauratore Mario Botter e destinata a usi culturali.Immancabile la visita al Ciclo di SantOrsola di Tomaso da Modena risalente alla metà del 1300 e alla Cappella degli Innocenti del 1430 di diversi autori.

An
Recensione №21

Location rinnovata,molto moderna e idonea ad ospitare molte opere artistiche.Tutto questo è il museo di S.Caterina a Treviso,che ospita molte mostre interessanti,tra le quali Natura in posa,ormai quasi alla fine.Ovviamente al momento si entra con le mascherine

cl
Recensione №22

Bellissimo contesto, adatto anche ad ospitare mostre e convegni. Un luogo ricco di storia e magistralmente tenuto vivo

da
Recensione №23

Non sono entrato

El
Recensione №24

Sono andata a vedere la mostra RE.USE , una mostra che rimarrà lì fino a febbraio. Vi consiglio assolutamente di andarci, dipendenti gentili, disponibili, i prezzi sono ottimi e hanno molte riduzioni sia per studenti sia per chi arriva con il treno

Ma
Recensione №25

Un piccolo gioiello nel cuore di Treviso, nella pace di un antico chiostro. Facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione ferroviaria. Attualmente cè una bellissima mostra .

So
Recensione №26

Splendida location per la mostra di Rodin con i due giardini esterni adeguatamente illuminati e ampie stanze ben collegate anche per i disabili

Co
Recensione №27

Ho ascoltato una c inferenza organizzata dallAdvar e visto la mostra Natura in posaPomeriggio molto interessante...Spazi espositivi ben tenuti e abbastanza ampi da permettere una buona visione delle opere esposte...

Ma
Recensione №28

Museo bellissimo, attrezzato con allestimenti moderni e di qualità. Allinterno sono anche visibili affreschi di pregio, così come le opere ospitate nella galleria. Il tutto ben conservato e i restauri sono chiaramente di ottima qualità

Ni
Recensione №29

Un posto incantevole.. incredibile che posti del genere spesso restino nellombra e non vengano valorizzati come si deve

Lu
Recensione №30

Meraviglioso ciclo delle storie di SantOrsola, la possibilità di ascoltare concerti dorgano, un percorso museale stabile interessante e mostre stagionali ne fanno un punto di sicuro pregio culturale. Da visitare

Da
Recensione №31

Una gita di un paio di giorni a Treviso, permette la visita ai suoi musei civici. Notevole la pinacoteca con quadri di tanti artisti, compresi molti del luogo, che partono da prima del rinascimento ai giorni nostri. Meritano una visita: lala archeologica con i resti ritrovati dal neolitico in avanti; la chiesa con i suoi affreschi.

no
Recensione №32

Ledificio è composta da due parti: la chiesa e il museo, entrambi splendidi con raccolte archeologiche e artistiche di eccezionale bellezza. Ho trascorso al loro interno circa due ore senza rendermene conto. Il museo di Santa Caterina ha la galleria di arte medievale, rinascimentale e moderna al primo piano, mentre al piano terra e nel seminterrato vi è una interessante e ricca raccolta archeologica. La chiesa invece conserva enormi affreschi del 3-400 e i telai con gli affreschi staccati della storia di S. Orsola di Tomaso da Modena. Vi sono anche due piccoli chiostri molto curati e piacevoli da vedere. Il biglietto x gli adulti costa 6 euro e li vale proprio tutti. Vi consiglio vivamente di visitare questo complesso del 1346

jo
Recensione №33

Bel museo. Siamo andati a visitarlo con un gruppo ma non siamo riusciti a vederlo tutto causa disorganizzazione delle guide speriamo di riuscire a tornarci

Al
Recensione №34

Museo nel cuore di Treviso, vengono organizzate periodicamente diverse esposizioni darte di grande pregio.

fa
Recensione №35

Bello interessante

Ma
Recensione №36

Non accettano il bonus cultura, inoltre la pinacoteca bella ma non stupenda. La parte archeologica molto confusa e assai ridotta. I pannelli illustrativi delle opere sono spesso posizionati in posizioni scomode da leggere mentre le luci sono orientate non al meglio creando fastidiosi riflessi sui quadri

Ma
Recensione №37

Da visitare assolutamente

Gi
Recensione №38

Sono dei posti meravigliosi in cui si posso osservare tanti reperti archeologici. Inoltre alcune volte il museo di Santa Caterina organizza delle mostre in cui sono esposti quadri stupendi.

La
Recensione №39

Bei reperti ma nellinsieme non curato

Al
Recensione №40

Bellissima galleria dove sono organizzate molte mostre estremamente interessanti, come quella di Linea DOmbra sugli Impressionisti. Ottima location e personale professionale.

Ro
Recensione №41

Bella cittadina ma la sera diventa pericoloso passeggiare per le stradine deserte

Gi
Recensione №42

Curato e molto dettagliato. Una corte

al
Recensione №43

Ci sono stato per vedere la splendida mostra su Natura morta e ho trovato un grande museo che merita tornarci per vedere la collezione permanente e il vicino Museo Salce

MA
Recensione №44

La città darte di Treviso fa un ulteriore passo avanti con nuovi spazi del complesso di S.Caterina

El
Recensione №45

Poter vedere da vicino il ciclo daffreschi della storia di santOrsola, non ha prezzo

Ed
Recensione №46

Museo bellissimo e coro GNC come sempre una conferma grazie a maestro Teo , cmq fare del bene fa sentirsi bene

Ca
Recensione №47

Nellarea ove sorgeva il palazzo dei Da Camino con annessi giardini sorge la chiesa sconsacrata di Santa Caterina dagli splendidi affreschi di Tommaso da Modena ed il vicino interessante museo.

Il
Recensione №48

Visitato ieri, davvero bello

Lu
Recensione №49

Allestimento delle opere ben curato e veramente interessante, complimenti al curatore delliniziativa.

gi
Recensione №50

Il Museo civico sito nel complesso di Santa Caterina a Treviso vale davvero una visita. Il prezzo è contenuto, noi essendo iscritti al FAI abbiamo pagato per biglietti ridotti a 4€. Ledificio, da poco splendidamente restaurato, è strutturato organicamente. Le didascalie sono esaurienti. Le sale al primo piano che ospitano la pinacoteca, vanno dal 200 al 700 con capolavori di Bellini, Tiziano, Tintoretto ed altri grandi veneti fino ad alcune luminose vedute di Francesco Guardi. Al pian terreno il settore Archeologico. Dal chiostro poi si accede alla chiesa per vedere gli affreschi salvati dal grande mecenate di Treviso L.Bailo. Si può ammirare il ciclo delle storie del martirio di S.Orsola opera del 1430 di Tomaso da Modena. Un museo tranquillo da visitare.

Pa
Recensione №51

Una delle ns più stupendi sedi museali. Oltre alla ricca pinacoteca e alla sezione paleolitica ospita diverse mostre durante lanno, serate musicali nel piccolo chiosco durante lestate. A fianco visitabile la stupenda chiesa sconsacrata di Santa Caterina con gli affreschi dekla storia di SantOrsola. Imperdibile.

Lu
Recensione №52

Museo ricco e assai interessante, la pinacoteca espone opere di grande valore, un vero gioiello. Per la verità poco frequentato, peccato. Inoltre ho avuto limpressione che quadri e sculture siano poco sorvegliati , non ho notato personale nelle sale

Ma
Recensione №53

Merita di ritornarci..Avveniristico e prova di un gran bel restauro..Grazie a tutti quelli che ci hanno lavorato..Dal muratore all architetto... dall elettricista all arredatore.Bravi

Ro
Recensione №54

Museo bello e interessante che mette in soggezione vari stili e epoche.

Be
Recensione №55

Il museo civico di S. Caterina a Treviso raccoglie armi preistoriche ed oggettiromani i quali sono collocati in una ex chiesa dove possiamo ammirare tra laltroanche delle pitture murali di epoca medievale. Consiglio da dare è di effettuareIl percorso con la brochure del museo in modo tale da capire e comprenderele opere che si stanno ammirando . Visitare un museo è sempre belloin quanto ti proietta in un viaggio nel tempo .

Gi
Recensione №56

Bel museo della città di Treviso, cè una sorta di pace entrando nel chiosco a cui si accede dopo lingresso. Opere interessanti.

Ma
Recensione №57

Ho girato l Europa e visto tanti musei... e posso dire che Treviso ha un patrimonio artistico notevole. Una sorpresa per me. Grazie a questa splendida città dai mille volti un pezzo in più di bellezza . Andate a visitare il museo.merita.

Ma
Recensione №58

Il complesso e un ex convento, ottimo reimpiego della struttura come museo.

Lu
Recensione №59

Cè dentro una porzione significativa della cultura artistica della nostra città, della nostra storia. Lambiente è bello, gli allestimenti ben fatti, ... un luogo dove si sta bene, dove è bello assaporare il gusto dellarte.

Li
Recensione №60

Abbiamo visto una mostra sugli impressionisti 2/3 anni addietro bel palazzo ma troppo piccolo x accogliere mostre di tale interesse, .. la ressa totale, col risultato di nn esserti goduto tanta bellezza . Treviso città incantevole

Al
Recensione №61

Ho visitato la mostra sull impressionismo e ho trovato il museo ben organizzato e adatto allesposizione delle opere

ar
Recensione №62

Collezione archeologica davvero interessante, con un progetto allestitivo del 2007 chiaro e curato. Consigliato anche per le altre sezioni (pinacoteca e affreschi).

Ma
Recensione №63

Ottima organizzazione

Er
Recensione №64

Mostra curata e ben disposta. Ambiente rinnovato.

Lo
Recensione №65

Bellissimo il posto, bellissima lesposizione e tutto il contenuto, da vedere assolutamente

Sa
Recensione №66

Santa Caterina è un convento medioevale recuperato alle esposizioni ed alla pinacoteca, in continuo sviluppo, ricca di opere di altissimo profilo e provenienti da importanti lasciti. Opera darte in sé fortemente simbolica della trevigianita, è sede di importanti mostre, anche moderne.

Li
Recensione №67

Museo.molto interessante con due chiostri dell ex monastero di Santa Caterina, sezione preistorica e romana al piano terra e stupendo ciclo delle storie di S Orsola di un grande del Trecento italiano, Tomaso da Modena. Al primo piano bella pinacoteca con tele di Cima da Conegliano e altri noti pittori del 500-600 veneto.

ma
Recensione №68

Luogo ideale di mostre ed eventi artistici. In estate si può godere anche dellaria fresca nei due piccoli chiostri interni. Bellissima anche la mostra permanente dei tanti reperti storici, mosaici antichi. Assolutamente da visitare in ogni caso. Anche la piazzetta presso cui è lingresso dei musei, dedicata a Botter, espone sul muro di fronte una bella opera del maestro. da vedere dentro e fuori!!

An
Recensione №69

Musei ben tenuti e ben allestiti,tutti in palazzi storici allinterno della città più antica. In estate vi si tengono concerti. Molto particolare quello dedicato alle affiche e alle pubblicità, il museo Salce , unica pecca le dimensioni: la collezione é talmente ricca che meriterebbe più spazio.

el
Recensione №70

Museo bellissimo,ben curato e con molte iniziative durante tutto lanno.

Gi
Recensione №71

In questo luogo, nei pressi della via detta Regia, risiedevano i Da Camino, signori di Treviso dal 1283.Dante ricorda nella Commedia il capostipite come il buon Gherardo (Purg. XVI, vv. 115-129), esaltandone le qualità morali anche nel Convivio (IV, XIV, 12-13).Alla sua morte, nel 1306, gli succedettero i figli Rizzardo (menzionato in Par. IX, vv. 49-51), assassinato nel 1312 proprio sotto la loggia del palazzo, e Guecello, costretto alla fuga durante una rivolta popolare nello stesso anno. Il loro palazzo nobiliare, con splendidi giardini prospicienti le mura orientali della città, venne devastato nella circostanza, e rimase in stato di abbandono per più di trentanni.Nel 1346 i Servi di Maria, di origine toscana e ultimi tra i grandi ordini conventuali dell’Italia medievale ad insediarsi a Treviso, ottennero dalla città questarea per costruirvi il loro convento, con la grande chiesaStemma dellOrdine dei Servi di Maria dedicata a Santa Caterina d’Alessandria, riutilizzando in parte le strutture preesistenti.Soppresso il convento nel 1772 e cessata ogni destinazione religiosa degli spazi nel 1806, gli edifici del complesso, chiesa compresa, divennero proprietà demaniale e furono utilizzati come caserma e magazzini militari. Questo provocò gravi manomissioni e alterazioni delle architetture e delle decorazioni, nonché la totale dispersione del patrimonio artistico e degli arredi contenuti.Paradossalmente fu a seguito dei gravi danni subiti durante i bombardamenti del 7 aprile 1944 e del 10 marzo 1945 che lintervento di Mario Botter, restauratore e cultore d’arte trevigiano, portò alla scoperta del tesoro pittorico nascosto da secoli sotto gli anonimi intonaci che imbiancavano le pareti della chiesa. Si tratta di un eccezionale antologia della pittura dellentroterra veneto dalla metà del Trecento fino ai primi decenni del Quattrocento, culminante con gli affreschi oggi attribuibili a Gentile da Fabriano e al suo ambito. Notevole è anche il ciclo tardogotico della Cappella degli Innocenti.Tali scoperte favorirono la decisione di recuperare lintero complesso a funzioni culturali. Loccasione si presentò nel 1967 quando lallestimento di Carlo Scarpa per la grande mostra su Arturo Martini spinse lamministrazione comunale a stipulare una convenzione con lo Stato per trasformare in museo tutto il complesso, affidandone il progetto, nel 1974, allo stesso architetto. Lasciate cadere a metà degli Anni Settanta le proposte di Carlo Scarpa, limpresa comunque proseguì con particolare fervore negli ultimi Anni Novanta e oggi, dopo lunghi ed impegnativi lavori di recupero e restauro, il complesso è finalmente diventato la sede principale dei Musei Civici trevigiani.Si tratta di un’unica navata ad aula, con copertura a capriate lignee. I caratteri dello stile gotico sono riconoscibili soprattutto nelle tre cappelle di fondo, anticipate da arcate a sesto acuto, e nelle alte e strette finestre monofore.La costruzione delledificio fu compiuta in due fasi successive. La prima, iniziata nel 1346 dalla zona absidale, fu interrotta bruscamente nel 1348, probabilmente a causa della terribile epidemia di peste nera di quell’anno, quando l’edificio era giunto a circa metà della lunghezza attuale. Venne dunque costruita una facciata provvisoria in assi di legno, riprodotta anche nell’affresco parietale raffigurante Santa Caterina in atto di sostenere il modellino della città di Treviso (vedi gli affreschi).

St
Recensione №72

I Musei Civici di Treviso sono dislocati in tre sedi. Conoscendo meglio quello di S. Caterina, suggeriro alcune condizioni per visitarlo agevolmente. Il Museo e` collocato in in piazzetta Botter, non lontano da piazza Matteotti e altre piazze intorno, dove il martedì e sabato si sviluppa un grande mercato, I posti auto sono occupati dagli stand e questo non facilita il parcheggio per auto o bus di gruppi. Il museo e` ben organizzato per quanto riguarda I gruppi e le riduzioni dei biglietti dingresso. Infatti per I gruppi e scolaresche, e` possibile avere una buona riduzione, soprattutto se ci sono minori o disabilita, proprio per le disabilita` motorie allinterno e` attivo lascensore per I due piani (il terzo e` la pinacoteca attualmente chiusa in fase di restauro). E` preferibile prenotare nei periodi di esposizioni importanti.

An
Recensione №73

È una chiesa sconsacrata con bellissimi affreschi alle pareti , in parte staccati e restaurati e messi in mostra. Cè anche un bellissimo chiosco. Ci sono stata per partecipare ad un convegno: scelta ottima per ammirare tanta bellezza, ma purtroppo con un acustica pessima. Peccato che non sia più una chiesa

Ci
Recensione №74

Mostre sempre interessanti in una location accogliente e moderna

Ma
Recensione №75

Mostra particolare la consiglierei

Ro
Recensione №76

Se passi da Treviso vai a visitarlo.

Ad
Recensione №77

Museo che ospita mostre sempre interessanti

ca
Recensione №78

Caro viaggiatore. Potresti benissimo entrare senza aver mai visitato una mostra... metti le cuffie, ascolta Godin, guarda le sculture e sono sicura che sentirai con il cuore una emozione intensa... Quando ti saliranno le lacrime capirai che le parole hanno un senso.SBRIGATI CHIUDE IL 3 GIUGNO

Ti
Recensione №79

Affreschi di t.da modena/ricca pinacoteca/tiziano lotto bellini paris bordon e altro/archeologia dal paleolitico all epoca romana.

Ma
Recensione №80

Sono state spostate in questa sede le mostre che tradizionalmente si tenevano in casa dei carraresi. La sede é buona e piú ampia. Mancano tuttavia è gravemente posti a sedere. Vedere due ore di mostra, spesso fermi davanti ad unopera é cosa sgradevole per chi non é piú giovane.

Ro
Recensione №81

Senza soldi, penso sm,xké o spendiamo luci x le feste ed altro o si ripittura di nuovo il Comune. Ke bello ke era risplendeva di luce propria. I nostri palazzi artistici, sn una meraviglia! Dentro poi!!!

Fi
Recensione №82

Da vedere lo consiglio sarà una sorpresa.

Lo
Recensione №83

Il museo ha una struttura suggestiva. La mostra di Rodin invece è stata una vera delusione, con le audioguide (ovviamente a pagamento) che ripetevano testualmente quanto affisso accanto alle sculture . Le stesse non erano ben disposte, comunque. Rispetto a quanto visto e descritto, ad esempio a Verona con Botero, sicuramente e decisamente inferiore .

Lu
Recensione №84

Uno dei migliori musei civici che mi sia mai capitato di visitare. Lallestimento è molto piacevole ed anche la divisione degli spazi e delle diverse epoche storiche sono chiarissime e scorrevoli

Il
Recensione №85

Coinvolgimento sensoriale a 360°

Fr
Recensione №86

Finite le grandi mostre è un luogo sprecato causa... ignoranza

Cl
Recensione №87

I Musei Civici di Treviso sono collocati all interno del complesso monumentale gotico di S. Caterina. Sconsacrato nel 1811 da Napoleone, divenne successivamente caserma asburgica e poi italiana fino alla fine della 2a guerra mondiale. Durante i restauri, che avvennero subito dopo la guerra, si palesarono gli affreschi di Tomaso da Modena. Da allora è stato sede di numerosi eventi artistici e culturali. L attiguo chiostro, ora è anche sede dei Musei Civici.

do
Recensione №88

Mi è piaciuta moltissimo la pinacoteca, la chiesa in parte è imbragata per lavori ci tornerò appena hanno finito ma una guida fantastica ce lha spiegata benissimo

Ro
Recensione №89

È un post magico

Ro
Recensione №90

RE.USESanta Caterina TrevisoPoche opere di artisti anche molto famosi Christo, Burri, Duchamp, Pistoletto, che potevano essere valorizzate affiancando allopera magari maggiori informazioni sulle tante opere non presenti e sullartista stesso con video audio, o con una bella cartellonistica fotografica. Due maxi video lasciati lì senza commento o dare unindicazione su dove si trova la discarica, cè ancora? Nulla. Peccato, poteva essere una mostra vivace ed effervescente da trasmettere emozioni e sorpresa, ma così è un po piatta e triste, e non lascia nulla. Allestimento grigino, povero.Lorario del Santa Caterina tipico della piccola provincia. Chiudono dalle 12:30 alle 14:30. Vanno tutti a mangiare...(bagni da paura)

Ti
Recensione №91

Bellissima Mostra !! Devo fare i miei complimenti al curatore della Mostra e al tutto il personale.Ho fatto la visita con la guida Beatrice, la nomino di persona perché ha dato sicuramente un valore aggiunto alla visita, molto preparata, appassionata, coinvolgente nell’ esposizione del percorso personale e professionale dellAutore. Complimenti !!!!

Gi
Recensione №92

Vale il viaggio. Pittura veneta a tutto tondo.

Lo
Recensione №93

Ottima struttura per ospitare mostre temporanee. Si trova in centro ed è facilmente raggiungibile a piedi, dopo aver lasciato lauto in uno dei parcheggi vicino le mura. Attualmente ospita la mostra di Linea dombra sugli Impressionisti curata da Marco Goldin. Cosa dire? È imperdibile! Molto buona laudio guida.

ro
Recensione №94

. Compleanno di mia figlia, visitando posti stupendi.

El
Recensione №95

Bellissima location per mostre importanti a livello nazionale.

Al
Recensione №96

Visita alla mostra di Rodin. Molto bella, una guida impeccabile e preparata che non ha fatto pesare le quasi due ore del percorso espositivo. Ledificio è ben curato e il negozio di merchandising propone materiale interessante

Vi
Recensione №97

Da visitare da quanti non lo hanno mai visto. Molte opere di Arturo Martini.

An
Recensione №98

Mostra curatissima, pittori fiamminghi veramente spettacolari.

F3
Recensione №99

Magnifico museo mi appassiona molto la storia del insieme a lei i musei grazie per linformazione e il sapere che ci date !!! (Ottimi servizi e locale sempre ben aggiornato

Fr
Recensione №100

Davvero delusa...mi viene da dire siamo proprio in Italia. Hanno fatto entrare troppa gente e nelle piccole stanze dove erano esposte le opere darte, eravamo stipati come sardine. Inoltre le guide che avevano al seguito almeno 10/15 persone ci passavano davanti con maleducazione. Non me la sono goduta perché non vedevo lora di uscire!

Informazione
100 Fotografie
100 Commenti
4.5 Valutazione
  • Indirizzo:Piazzetta Botter Mario, 1, 31100 Treviso TV
  • Posto:http://www.museicivicitreviso.it/
  • Telefono:0422 658442
Categorie
  • Attrazione turistica
  • Museo archeologico
  • Museo d'arte
Ore lavorative
  • Lunedi:10–18
  • martedì:10–18
  • mercoledì:10–18
  • giovedi:10–18
  • Venerdì:Chiuso
  • Sabato:10–18
  • Domenica:10–18
Accessibilità
  • Ascensore accessibile in sedia a rotelle:
  • Bagno accessibile in sedia a rotelle:
  • Ingresso accessibile in sedia a rotelle:
  • Parcheggio accessibile in sedia a rotelle:
Servizi
  • Adatto ai bambini:
  • Toilette:
Frequentazione
  • Adatto alle famiglie:
Organizzazioni simili